Una giovane donna di 27 anni è morta a Palermo dopo aver mangiato un piatto a base di gamberi. Refka Dridi, di origine tunisina, lascia il compagno e un figlio di appena otto mesi. A causare il decesso sarebbe stato uno shock anafilattico: dopo due giorni di coma, in cui era stata ricoverata in terapia intensiva, la donna non ce l'ha fatta. Lavorava a Bagheria nel ristorante I Pupi del noto chef stellato Tony Lo Coco. È stata proprio la moglie del cuoco, Laura Codogno, a dare la notizia della morte della giovane sui social. "Un fulmine a ciel sereno che non ha lasciato scampo. La nostra Refka, volto sorridente del ristorante I Pupi, è stata colpita da una fatalità che l’ha strappata ai suoi familiari, agli amici e al suo lavoro. Ogni parola che scriviamo pesa come un macigno dinnanzi un destino talmente beffardo che nel volgere di pochissimo tempo l’ha strappata alla vita", ha scritto sulla sua pagina Facebook.

E ancora: "Rimarranno sempre nel nostro cuore il suo sorriso, la sua discreta eleganza, la sua bellezza mediterranea, la solarità dei suoi occhi, la fiducia che il suo sguardo trasmetteva, la voglia di essere brava nello svolgere la sua attività, sempre con precisione e garboNoi eravamo legati a lei e lei a noi. Lei continuerà a far parte della famiglia de I Pupi e noi custodiremo la sua presenza nei nostri", ha aggiunto. Sui social, sono già molti i messaggi che amici e conoscenti lasciano sul profilo della giovane, esprimendo vicinanza anche alla sua famiglia e un pensiero al suo bambino di nemmeno un anno.