È stato arrestato con l’accusa di truffa, quella stessa accusa che lo aveva portato in tv per difendersi. Protagonista di una vicenda che arriva dalla Sicilia è Dario Migliorisi, autista del 118 di quarantasette anni. L’uomo è stato fermato dalla polizia in un bar di Bagheria (Palermo) dove la vittima di una presunta truffa avrebbe dovuto consegnargli una busta con del denaro. Denaro che serviva per ottenere un posto di lavoro "offerto" da Migliorisi.

L'intervento da Barbara D'Urso per difendersi dalle accuse di truffa – Poco più di un anno fa Dario Migliorisi era stato ospite in televisione della trasmissione di Barbara D’Urso su Canale 5 per un confronto con la sua ex fidanzata e un amico che lo accusavano di truffa. L’autista di ambulanze si era difeso sostenendo che i due si erano messi d’accordo per rovinarlo. Queste persone lo accusavano di aver sottratto loro con l’inganno diverse decine di migliaia di euro. “Mi stanno solo diffamando”, si era difeso intervenendo telefonicamente con la trasmissione televisiva Migliorisi, che aveva anche precisato che se davvero avesse truffato i due non avrebbe più avuto alcun motivo di lavorare al 118.

L'autista del 118 arrestato mentre prendeva i soldi della truffa – Ora, a quanto emerso, l’arrestato si è spacciato per un medico dell’ospedale Giglio di Cefalù e avrebbe promesso alla vittima un lavoro in un ospedale chiedendosi del denaro per sbrigare alcune pratiche che servivano per ottenere il posto. Questa persona raggirata ha avvertito la polizia e il quarantasettenne è stato fermato proprio nel momento in cui stava per prendere i soldi.