Travolti da una montagna di terra: dei due operai uno è morto. Questo del tragico incidente sul lavoro avvenuto in via Montà, a Padova, all'interno della struttura dell'Acegas Aps. Secondo le prime ricostruzioni, i due lavoratori si trovavano in una buca profonda un paio di metri per il posizionamento di alcuni tubi dell’acquedotto, quando è avvenuto il cedimento del terreno circostante che ha investito le due persone, schiacciandoli contro la condotta.  Sul posto sono subito arrivati i vigili del fuoco che hanno estratto i due uomini portandoli in zona sicura. Purtroppo, nonostante i tentativi di rianimazione del personale medico del Suem, un uomo di 47 anni è stato dichiarato morto. L'altro operaio è stato stabilizzato e trasferito in codice rosso in ospedale. Sul posto il personale dello Spisal e i Carabinieri. Le operazioni di soccorso sono tuttora in corso.

I tragici precedenti più recenti

Purtroppo non si tratta del primo drammatico incidente sul lavoro. Due settimane fa la tragedia si è consumata a Caronia, provincia di Messina – nella mattinata di mercoledì 30 settembre. La vittima è un operaio di 37 anni. V. R. P,  originario di Valguarnera, comune del consorzio comunale di Enna. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, erano circa le 11 di questa mattina e la vittima stava eseguendo alcuni lavori su un traliccio dell’alta tensione quando è stato raggiunto da una potentissima scarica elettrica che lo ha ucciso. Il giorno dopo un 65enne è morto dopo essere rimasto schiacciato da una cisterna: l’incidente è avvenuto nei terreni tra i piccoli comuni di Torricella del Pizzo, in provincia di Cremona, e Sissa, in provincia di Parma. A trovare il corpo ormai senza vita dell’uomo è stato il figlio che allarmato per il mancato rientro a casa del padre è andato a cercarlo sul luogo di lavoro. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte dei soccorritori.