213 CONDIVISIONI
7 Febbraio 2022
18:20

Operaio aggredito e ucciso in un’azienda del Reggiano da due fratelli

Sarebbero stati già fermati gli autori del delitto avvenuto questo pomeriggio in un’azienda nel Reggiano: si tratta di due fratelli di origine indiana. Sono accusati di aver aggredito e ucciso un operaio.
A cura di Chiara Ammendola
213 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Un operaio di 38 anni è morto questo pomeriggio dopo essere stato aggredito all'interno di un'azienda nel Reggiano. L'omicidio sarebbe avvenuto per mano di due fratelli, anch'essi dipendenti della ditta. Sul posto sono giunti i carabinieri della compagnia di Guastalla.

Calci e pugni nei confronti dell'operaio 38enne

L'allarme è scattato questo pomeriggio quando è stato chiesto l'intervento del 112 all'interno di un'azienda metalmeccanica di Codisotto di Luzzara, in provincia di Reggio Emilia. È qui che si è consumato l'omicidio di un operaio, un uomo di nazionalità indiana la cui identità non è stata ancora diffusa dalle forze dell'ordine: la vittima, secondo una prima ricostruzione effettuata grazie al racconto di diversi testimoni, sarebbe stata aggredita e uccisa da due fratelli, suoi connazionali e dipendenti come lui della stessa azienda. I due, 41 e 42 anni, avrebbero preso a calci e pugni il malcapitato che è morto poco dopo. La lite sembrerebbe essere stata causata da futili motivi.

I due fratelli già fermati dai carabinieri

Inutile l'intervento dei soccorritori giunti sul posto con due ambulanze: per l'uomo non c'è stato nulla da fare e non è stato possibile fare altro che dichiararne il decesso. Troppo gravi le ferite riportate in seguito all'aggressione dei due. Sulla dinamica dell'accaduto stanno ora indagando i carabinieri della Compagnia di Guastalla e del nucleo investigativo. I due presunti responsabili, stando a quanto si apprende, sarebbero stati fermati dai carabinieri, coordinati dalla Procura di Reggio Emilia che sta indagando sull'omicidio.

213 CONDIVISIONI
Ortona, uccide il fratello disabile e poi si impicca: la confessione in un biglietto lasciato in casa
Ortona, uccide il fratello disabile e poi si impicca: la confessione in un biglietto lasciato in casa
Alice Neri, i dubbi del fratello Matteo:
Alice Neri, i dubbi del fratello Matteo: "Escludo conoscesse Gaaloul, qualcuno l'ha minacciata"
Il fratello di Agostino Catalano, ucciso insieme a Borsellino: “Ora Messina Denaro deve parlare”
Il fratello di Agostino Catalano, ucciso insieme a Borsellino: “Ora Messina Denaro deve parlare”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni