537 CONDIVISIONI
17 Dicembre 2021
18:49

“Oggi mi laureo” ma non era vero: 24enne tenta il suicidio a Casale Monferrato. Salvato dagli amici

Aveva detto ai genitori che quel giorno si sarebbe laureato, ma non era vero. Uno studente di Casale Monferrato ha fatto perdere le sue tracce e ha tentato il suicidio. A salvarlo la segnalazione degli amici.
A cura di Gabriella Mazzeo
537 CONDIVISIONI

Aveva detto ai genitori e agli amici che si sarebbe laureato mercoledì 15 dicembre. Vittima dell'ansia dovuta ai traguardi universitari, non aveva detto a nessuno però che gli mancavano alcuni esami e che quella era una bugia. Per questo motivo un giovane di 24 anni si è allontanato nel giorno della sua presunta laurea, a Casale Monferrato, spegnendo il telefono e facendo perdere le sue tracce per ore. Gli amici hanno temuto il peggio e hanno provveduto a lanciare l'allarme quando non sono riusciti ad avere sue notizie. Sono iniziate subito le ricerche che fortunatamente si sono concluse con il ritrovamento del 24enne, ferito e in stato confusionale.

A segnalare la scomparsa un amico dello studente, l'unico ad aver saputo poche ore prima che non vi sarebbe stata alcuna cerimonia di laurea. Secondo quanto riferisce Repubblica Torino, infatti, non vi erano sedute di laurea previste per oggi nel suo ateneo. Il giovane ha confessato le sue paure all'amico, manifestando un forte stato di ansia per la bugia detta ai familiari. I genitori del giovane sono apparsi visibilmente angosciati per tutta la durata delle indagini delle forze dell'ordine. Le ricerche sono partite dalla zona in cui era stato agganciato l'ultima volta il segnale del cellulare che il 24enne aveva poi spento.

Grazie alle telecamere di videosorveglianza, gli agenti sono riusciti a localizzare lo studente prima di mezzanotte. Il ragazzo camminava nel centro della cittadina in stato confusionale. Barcollava e aveva le mani sporche di sangue. Sul posto è intervenuto il personale del 118 per offrire i primi soccorsi. Il ragazzo si era ferito con una lama sulla parte sinistra del collo. Portato in ospedale, è stato raggiunto dalla famiglia. Il 24enne non è fortunatamente in pericolo di vita e si riprenderà in pochi giorni.

537 CONDIVISIONI
Dal Camerun a Bari, Afana si laurea per la terza volta: “Voglio solo essere utile alla comunità”
Dal Camerun a Bari, Afana si laurea per la terza volta: “Voglio solo essere utile alla comunità”
Ahmed Jouider, mamma e sorella non credono al suicidio: "Amici sanno la verità"
Ahmed Jouider, mamma e sorella non credono al suicidio: "Amici sanno la verità"
Precipita dal terzo piano, grave bambina di 4 anni a Macerata: la mamma tenta il suicidio
Precipita dal terzo piano, grave bambina di 4 anni a Macerata: la mamma tenta il suicidio
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni