Un nuovo mini focolaio di Coronavirus è stato individuato in Emilia Romagna: 7 persone sono risultate positive all'infezione da Sars-CoV-2 e ben 200 sono state sottoposte a tampone dopo un matrimonio a Pavullo, in provincia di Modena. Ma il bilancio potrebbe aumentare, dal momento che si attendono gli esiti di tutti i test effettuati. A contagiarsi l'un l'altro sono stati amici e parenti di svariate famiglie che hanno partecipato ad una festa di nozze e che, dopo la cerimonia, svoltasi due settimane fa, hanno festeggiato all'interno di un ristorante dell'appennino e alla quale ha preso parte anche una persona che poi si è scoperto essere infetta.

Matrimoni focolaio Covid: i precedenti

Non è la prima volta che un matrimonio si trasforma in un focolaio di Coronavirus. Nel comune di Nicosia, nell’Ennese, 90 persone sono finite in quarantena dopo aver partecipato ad un matrimonio lo scorso 26 luglio. Uno degli invitati è infatti risultato positivo dopo aver manifestato i sintomi tipici dell’infezione una volta tornato in Germania, dove vive e lavora, all’inizio della settimana. Una sua congiunta è risultata contagiata ed è stata ricoverata a Catania. Ancora, dopo aver partecipato ad un ricevimento di nozze a Cittadella, in provincia di Padova, 91 invitati sono infatti finiti in quarantena dopo che il padre della sposa è risultato positivo al Coronavirus. Dopo la fine del banchetto, tenutosi lo scorso 27 giugno, l'uomo, di origini congolesi così come i due sposini, ha cominciato a manifestare i sintomi tipici dell'infezione da Covid-19. Sempre all'inizio dello scorso giugno, una sposa di Vergato, in provincia di Bologna, è risultata contagiata dopo le nozze e 31 persone che avevano partecipato alla festa sono finite in isolamento fiduciario.

I numeri dell'epidemia in Emilia Romagna

Secondo l'ultimo bollettino regionale, in Emilia Romagna nelle ultime 24 ore si sono registrati 47 nuovi casi. Di questi, 34 sono asintomatici, individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali, e 13 i sintomatici. Per quanto riguarda le province dove si registrano più contagi, a Piacenza, degli 8 nuovi (di cui 1 ricoverato e gli altri in isolamento domiciliare), 3 sono legati a focolai già individuati, 5 sporadici (di questi, due rilevati dallo screening). Nel riminese, gli 8 nuovi casi sono tutti collegati a focolai già noti. In provincia di Bologna, dei 7 nuovi casi, 4 sono sintomatici: uno importato dall’estero (Croazia), un altro dalle Marche, un altro ancora diagnosticato in Veneto – ma poi rientrato nel bolognese dove risiede -; l’ultimo è un caso sporadico. Dei 3 asintomatici, invece, 2 fanno parte del focolaio “Interporto”, 1 di un focolaio familiare. Tutti e 7 sono in isolamento domiciliare.