4.211 CONDIVISIONI
14 Luglio 2022
12:19

“Non ci avete invitati al matrimonio”: sposo accoltellato e auto in fiamme durante la serenata

Non era stato invitato al matrimonio del fratello: per questo motivo un uomo di 45 anni e suo figlio di 19 anni hanno aggredito il parente e il futuro cognato il giorno prima delle nozze. Lo sposo e il cognato sono stati trasportati in ospedale in pericolo di vita. I due se la sono cavata con 30 giorni di prognosi.
A cura di Gabriella Mazzeo
4.211 CONDIVISIONI
foto da archivio
foto da archivio

Non erano stati invitati al matrimonio dello zio. Per questo motivo un uomo di 45 anni e suo figlio di 19, entrambi residenti a Corato, si sono presentati sotto casa della futura sposa durante la consueta serenata prima delle nozze.

Nella sera del 30 giugno, i due hanno aggredito il parente a calci e pugni per poi accoltellarlo e ferirlo gravemente a un fianco.

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell'ordine, il 45enne si è presentato sotto casa della futura moglie di suo fratello insieme al figlio di 19 anni.

I due avrebbero dato il via a una rissa davanti ai membri delle due famiglie che si erano riunite per festeggiare l'imminente matrimonio.

Il 45enne avrebbe incitato il figlio poco più che adolescente a colpire con violenza lo zio e ad aggredire il cognato, che era intervenuto in sua difesa.

"Dagliele più forte, a tutti e due" avrebbe detto l'uomo prima che il 19enne  accoltellasse a un fianco il futuro sposo. Subito dopo aver inferto un fendente allo zio, il 19enne si è scagliato contro l'altro uomo, colpendolo tre volte alla schiena.

Sul posto sono accorsi i carabinieri di Corato e di Molfetta. Gli agenti hanno ricostruito in poco tempo i concitati momenti dell'aggressione.

La sera prima delle nozze, inoltre, i due avrebbero dato fuoco alla vettura del padre della futura sposa. Le vittime dell'aggressione sono state trasportate d'urgenza presso il Policlinico di Bari e presso l'ospedale civile di Andria.

Entrambi, infatti, erano in pericolo di vita a causa delle ferite riportate. Dopo il ricovero in prognosi riservata, sposo e cognato se la sono cavata con una prognosi per 30 giorni. 

Il 45enne e il 19enne saranno sottoposti all'interrogatorio di garanzia e potranno avvalersi di un avvocato difensore. L'eventuale colpevolezza dovrà essere accertata in sede di processo del contraddittorio tra le parti.

4.211 CONDIVISIONI
Lamezia Terme, trovato cadavere carbonizzato in un'auto in fiamme
Lamezia Terme, trovato cadavere carbonizzato in un'auto in fiamme
Incendio a Milano, auto avvolta e distrutta dalle fiamme
Incendio a Milano, auto avvolta e distrutta dalle fiamme
Perugia, lo sposo
Perugia, lo sposo "scappa" il giorno prima delle nozze: "Non sono pronto per il matrimonio"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni