309 CONDIVISIONI
Covid 19
13 Ottobre 2021
07:45

No vax morto a Ferrara dopo le terapie domiciliari: indagato per omicidio colposo il suo medico

Il dottor Alberto Dallari, neurologo, geriatra e psicoterapeuta di 67 anni di Reggio Emilia, è stato iscritto nel registro degli indagati con le accuse di omissione di soccorso e omicidio colposo in relazione alla morte di Mauro Gallerani, il 68enne no vax deceduto di Covid-19 la scorsa settimana dopo essersi sottoposto alle “cure domiciliari”.
A cura di Davide Falcioni
309 CONDIVISIONI
Il dottor Alberto Dallari
Il dottor Alberto Dallari
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Il dottor Alberto Dallari, neurologo, geriatra e psicoterapeuta di 67 anni di Reggio Emilia, è stato iscritto nel registro degli indagati con le accuse di omissione di soccorso e omicidio colposo in relazione alla morte di Mauro Gallerani, il 68enne no vax deceduto di Covid-19 la scorsa settimana dopo essersi sottoposto alle "cure domiciliari" ed essere stato ricoverato in terapia intensiva all'ospedale di Ferrara: ieri mattina, 12 ottobre, gli uomini della polizia giudiziaria estense hanno eseguito una perquisizione a casa di Dallari, medico legato all'associazione Ippocrateorg, la stessa protagonista del convegno in Senato sulle cure domiciliari che ha scatenato nelle scorse settimane una bufera politica.

Dallari, infatti, è uno dei dottori presenti nella lista Assistenza999 del sito IppocrateOrg – che propone un protocollo terapeutico per il Covid non riconosciuto dalle linee guida medico-scientifiche – anche se al momento, da quanto si apprende, non ci sono prove di un contatto tra Gallerani e il sito, come ha fatto sapere la stessa associazione. Gli investigatori  stanno quindi cercando di capire come mai Gallerani si sia rivolto proprio a Dallari per la cura del Covid e come abbia fatto a rintracciarlo. Al 68enne era stato proposto un protocollo "terapeutico" non autorizzato dalle autorità sanitarie italiane, che prevede anche l'impiego off label di alcuni farmaci come il vermifugo ivermectina.

Sul sito  di Dallari, oltre a diverse citazioni religiose e testimonianze sulla ‘terapia riparativa’ dell’omosessualità, sono presenti espliciti rimandi a IppocrateOrg per quanto riguarda la cura del Covid-19; il medico, inoltre, e invita a seguire il gruppo "con costanza, andate contro corrente". E "contro corrente" era infatti andato anche Mauro Gallerani non solo rifiutando il vaccino ma anche le cure "ufficiali": anche dopo essere stato ricoverato in terapia intensiva – secondo quanto riferisce il quotidiano locale Estense – avrebbe ripetutamente tentato di sfilarsi il casco dell'ossigeno. L'inchiesta sulla sua morte coordinata dal pubblico ministero Ciro Alberto Savino e servirà ad accertare se l'uomo avrebbe potuto essere salvato con una cura adeguata e se  vi sia stata, da parte del dottor Dallari, un'omissione nel momento in cui Gallerani gli aveva comunicato i valori in discesa dell’ossigeno nel sangue.

309 CONDIVISIONI
27518 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni