2.496 CONDIVISIONI
14 Ottobre 2021
11:37

Niente vaccino, prenota un tampone ogni due giorni per tre mesi. Francesco: “Mi danno del matto”

Francesco Ulissi è un addetto all’ufficio acquisti di un’azienda pesarese. Per andare a lavoro ha scelto di ottenere il Green pass, che da domani sarà obbligatorio, facendo un tampone ogni 48 ore, invece di vaccinarsi. A Fanpage.it: “Non sono contrario al vaccino, ma mi sento giudicato da chi mi dà del matto e dice di spendere i soldi dei tamponi, in viaggi”
2.496 CONDIVISIONI

Per andare a lavorare farà un tampone ogni 48 ore per tre mesi. È questa la scelta di Francesco Ulissi, 35 anni, impiegato da 15 alla Neomec, un’azienda di Pesaro che si occupa di impianti automatizzati. Da domani, 15 ottobre, con il Green pass obbligatorio per tutti i lavoratori, ha prenotato in due farmacie della sua città test-Covid continuativi, fino al 31 dicembre, spendendo la bellezza di 200 euro al mese. E ha raccontato tutto a Fanpage.it: "Non sono contrario al vaccino, ma io non lo voglio fare. Purtroppo in troppi mi dicono: sei matto? Vai in vacanza con quei soldi".

Si è sentito sentito giudicato per aver preferito i tamponi al vaccino?

“Non è semplice. C’è una grande lente di ingrandimento puntata su di me. Mi son sentito dire: “Sei un cretino a spendere tutti quei soldi in tamponi, sei matto. Vattene in vacanza!”. Io dico che questa è una decisione mia, che pagherò io e non danneggio nessuno. Anzi, credo di essere più controllato rispetto a un soggetto vaccinato che con il ciclo completo di dosi pensa di essere completamente immune”.

È contrario al vaccino?

“No, sto facendo delle analisi cliniche insieme a mia moglie e non vorrei che i risultati venissero falsati dal vaccino. Ecco perché in questo periodo mi sono astenuto da quest’obbligo”.

I medici le hanno sconsigliato di fare il vaccino durante queste visite?

“No, è una conclusione a cui sono arrivato da solo quando ho iniziato i controlli sei mesi fa. È una fase della mia vita in cui preferisco fare così”.

Quanto spenderà al mese in tamponi?

“Circa 200 euro. Farò tre tamponi alla settimana da venerdì 15 ottobre, fino al 31 dicembre. Alla fine mi costerà in totale poco più di 500 euro”.

È una spesa importante, ha pensato che potrebbe spendere la stessa cifra in altro?

“Ognuno è libero di fare le sue scelte. Non voglio essere giudicato per aver preferito un tampone a un vaccino. Non sono contrario a nessun tipo di vaccino, ma i miei soldi li spendo come voglio”.

Francesco Ulissi a lavoro nella sua azienda a Pesaro
Francesco Ulissi a lavoro nella sua azienda a Pesaro

Come si è organizzato con le farmacie?

“Ho contattato due farmacie di Pesaro già da settimane e con loro ho preso tutti gli appuntamenti fino a dopo Natale. Con una delle due sanitarie c’è un accordo: ogni dieci tamponi, uno è gratis".

Ha già anticipato questa spesa o pagherà volta per volta?

"Non ho anticipato niente e voglio che ogni pagamento abbia una ricevuta, così da detrarre dalla spesa l’iva. Non ho fatto nessun abbonamento, quindi nonostante gli accordi già presi, a volte penso che potrei rischiare di non trovare posto per me. Mi sono chiesto se le farmacie abbiano previsto tutta l’affluenza che ci sarà nei prossimi mesi e ho preferito accaparrare in anticipo un po’ di tamponi per me”.

Pensa che i tamponi dovrebbe pagarli lo stato?

“Sarebbe bello. Sono molto favorevole all’introduzione del Green pass, ma la forma con cui ottenerlo, la decido io. Tra l’altro credo che anche dopo il vaccino la gente dovrebbe effettuare dei tamponi per essere sicura di non essere contagiata dal virus. Se fossero gratuiti penso che molte più persone farebbero il test”.

Se lo stato di emergenza e l’obbligo di Green pass continuasse anche dopo dicembre, si vaccinerebbe?

“Non lo so. Potrei cambiare idea tra qualche settimana, oppure no. A metà novembre farò le ultime analisi e poi valuterò cosa fare. Intanto, per precauzione, ho prenotato i tamponi fino a fine anno”.

2.496 CONDIVISIONI
Cosa è il Trattato del Quirinale firmato da Italia e Francia e perché si 'scambieranno' i ministri
Cosa è il Trattato del Quirinale firmato da Italia e Francia e perché si 'scambieranno' i ministri
Quanto costerà non vaccinarsi contro il Covid in Austria
Quanto costerà non vaccinarsi contro il Covid in Austria
Super Green Pass dopo la terza dose di vaccino, come e quando scaricare la certificazione rafforzata
Super Green Pass dopo la terza dose di vaccino, come e quando scaricare la certificazione rafforzata
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni