L’aggiornamento che in tanti stavano aspettando è arrivato alcune ore fa sul profilo Facebook di mamma Erika Molinarolo: “Finito. E dottor Paley dice: intervento riuscito perfettamente! Giovanni piega il ginocchio benissimo! Ora stanno finendo le suture, poi correrò dall'amore mio”. Giovanni è il bambino padovano nato con una malformazione alla gamba destra ancora poco conosciuta, l’emimelia tibiale. Una malformazione che in pratica comporta l’assenza della tibia. Il piccolo Giovanni ha iniziato a curarsi che aveva solo pochi giorni di vita e la mamma Erika, per evitare di arrivare all’amputazione della gamba, ha fatto il possibile per portare suo figlio in America e affidarlo a un medico in Florida, il dottor Dror Paley, che tramite alcuni interventi molto delicati sta aiutando finalmente il piccolo Giovanni a camminare e correre come qualsiasi altri bambino.

Il 12 settembre il secondo delicato intervento negli Stati Uniti – Per raggiungere la cifra necessaria per poter accedere a queste costose cure è stata avviata una raccolta fondi tramite Gofundfme fino a quando finalmente la famiglia di Piazzola sul Brenta ha potuto portare il bambino negli Stati Uniti. Il bambino, che ancora non ha compiuto tre anni, ha subito un primo intervento a luglio, come ha raccontato la mamma sulla pagina dedicata a lui di Gofundme. “Cari, vi scrivo dagli Stati Uniti, dove come molti di voi sapranno il nostro Giò ha affrontato il primo intervento. Un'operazione durata più di cinque ore e mezzo che permetterà con il tempo a Giovanni di correre come tutti i bambini! Dopo il fissatore e il deambulatore, che il bimbo sta superando sempre con il sorriso, tra poco sarà il turno dell'allungamento della gamba operata. Insomma, le cose stanno andando oltre ogni aspettativa. E condividere con tutti voi questa bella storia è una grande emozione. Ancora grazie a tutti voi per aver reso possibile tutto ciò”, il messaggio pubblicato il 18 luglio scorso. E ieri, 12 settembre, il bambino si è sottoposto al secondo intervento, fortunatamente riuscito. “Io sono pronto a correre, e voi siete pronti a gioire con me?”, la didascalia sotto una foto del piccolo pubblicata sulla pagina Facebook “Diamo il meglio a Giovanni” lo scorso 22 agosto.