18 Ottobre 2021
16:51

Morta Chiara Bosi, 17enne simbolo della lotta alla leucemia, la mamma: “La notte è arrivata”

Chiara Bosi aveva deciso di non farsi scoraggiare dalla lotta contro il male e anzi aveva prestato il suo volto anche per le campagne di sensibilizzazione dell’Admo, diventando essa stessa simbolo della lotta alla leucemia e delle donazioni di midollo. Un coraggio che l’ha condotta durante tutta la sua lunga battaglia contro la malattia fino a sabato scorso quando la ragazza modenese di 17 anni si è spenta per sempre.
A cura di Antonio Palma

Fin da quando aveva scoperto di essere affetta da leucemia, appena adolescente, Chiara Bosi aveva deciso di non farsi scoraggiare dalla lotta contro il male e anzi aveva prestato il suo volto anche per le campagne di sensibilizzazione dell'Admo, l’Associazione Donatori Midollo Osseo, diventando essa stessa simbolo della lotta alla leucemia e delle donazioni di midollo. Un coraggio che l'ha condotta durante tutta la sua lunga battaglia contro la malattia fino a sabato scorso quando la ragazza modenese di 17 anni si è spenta per sempre. un dolore immenso per tutta la famiglia ma anche per tutta la comunità Marano sul Panaro dove Chiara  viveva e per tutti quelli che l'avevano conosciuta in vita e che da lei avevano trovato coraggio per la donazioni di midollo.

Dopo la diagnosi di leucemia nel 2017, la famiglia aveva promosso una mobilitazione con Admo per sensibilizzare sulla donazione del midollo osseo a cui avevano risposto oltre un migliaio di persone e circa un anno fa Chiara aveva ricevuto il trapianto. Per la ragazzina però erano sorti dei problemi e la sua condoni si era aggravata fino la ricovero al centro ’Maria Letizia Verga’ di Monza, specializzato proprio nella cura delle leucemie, in cui Chiara è morta nelle notte tra venerdì e sabato. Ad annunciare il decesso della 17enne la madre Elena con uno straziante messaggio di addio sui social.

"Quante volte ho temuto questa notte, quante volte l’ho immaginata, a occhi aperti e a occhi chiusi. L’ho scandagliata, analizzata, scomposta e ricomposta. L’ho tenuta lontana da me, da te, con tutte le mie forze ed energie. Con le unghie, con i denti, con la speranza, con i progetti, con le risate, con la musica, con le preghiere" ha scritta Elena Salda, proseguendo: "Ho lottato. Ho perso. Questa notte è arrivata. E io mi sento come se un acido fosse entrato dentro di me e mi avesse corroso le vene, i muscoli, le ossa. L’anima. Non ho mantenuto la promessa. Non ti ho portato a casa. Perdonami amore mio. La tua mamma ti ama, per sempre". I funerali di Chiara Bosisono fissati per martedì 19 ottobre alle 14.00 presso la Parrocchia di San Lorenzo Martire a Marano sul Panaro

Giallo di Ivo Rabanser, avvocato del fratello: “Arrivato di notte, lo ha accoltellato senza parlare”
Giallo di Ivo Rabanser, avvocato del fratello: “Arrivato di notte, lo ha accoltellato senza parlare”
Nonna Peppina è morta, la vecchietta simbolo del terremoto aveva 98 anni
Nonna Peppina è morta, la vecchietta simbolo del terremoto aveva 98 anni
Nonna Peppina è morta, la vecchietta simbolo del terremoto aveva 98 anni
Nonna Peppina è morta, la vecchietta simbolo del terremoto aveva 98 anni
14 di Videonews
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni