8 Ottobre 2017
15:32

Ministero della Salute ritira il tacchino di Casa Modena: pericolo Listeria

Dopo il taleggio ritirato nei giorni scorsi da Esselunga, sotto osservazione finisce un lotto del tacchino arrosto commercializzato da Casa Modena. Il rischio arriva ancora una volta dalla famigerata Listeria monocytogenes.
A cura di B. C.

Possibile presenza del batterio patogeno Listeria monocytogenes. Questo il rischio che ha spinto il Ministero della salute a richiamare il tacchino arrosto LiberaMente prodotto da Casa Modena. Il lotto sotto accusa, confezionato nello stabilimento Forno D’Oro in provincia di Vicenza in via Vallelunga, 60, 36030 S. Tombio (VI) con il marchio IT 823 L/P CE visibile sulla confezione, riporta il numero 141117 ed è commercializzate da Grandi Salumifici Italiani S.p.A. La data di scadenza minima è del 14-11-2017. Si tratta di confezioni da 3,5 kg destinate al catering o al banco salumeria dei supermercati. Come si legge su lo “Sportello dei Diritti”, associazione ormai punto di riferimento per la sicurezza alimentare in Italia, non è escluso che l’ingerimento del prodotto possa provocare un pericolo per la salute, e mette perciò in guardia la popolazione.

Come già avuto modo di mettere in evidenza anche in occasione dei precedenti ritiri disposti dal ministero della Salute, la listeriosi è un’infezione che si trasmette prevalentemente per via alimentare e può avere effetti gravi nell’uomo. Il germe (appunto, il Listeria monocytogenes), è un batterio largamente diffuso nell’ambiente, nel terreno e nelle acque di superficie, che tollera gli ambienti salati e le basse temperature (+2/+4°C). Alcune categorie di persone sono più a rischio di contrarre la malattia se presentano un sistema immunitario indebolito: anziani, neonati, donne in gravidanza, soggetti con altre malattie in corso che compromettono il sistema immunitario. Il veicolo principale di infezione nell’uomo è il consumo di alimenti pronti al consumo e di cibo crudo. Una persona affetta da listeriosi può manifestare i segni di una sindrome simil-influenzale caratterizzata da febbre e dolori muscolari, a volte preceduti da diarrea o altri sintomi gastro-intestinali. Nel caso di pazienti immuno-compromessi la malattia può evolvere in modo molto più grave con setticemia e meningite. Nelle donne in gravidanza la malattia può portare a complicanze anche gravi per la gestazione.

Il ministero della Salute ha chiesto un parere al Comitato di bioetica sul suicidio assistito
Il ministero della Salute ha chiesto un parere al Comitato di bioetica sul suicidio assistito
Insalata in busta e spinaci surgelati ritirati dal mercato, allerta del ministero: “Non consumateli”
Insalata in busta e spinaci surgelati ritirati dal mercato, allerta del ministero: “Non consumateli”
Come è stato trovato Matteo Messina Denaro: il racconto delle indagini
Come è stato trovato Matteo Messina Denaro: il racconto delle indagini
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni