0 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Minaccia di morte la madre per estorcerle denaro: “Ti sotterro”, arrestato 33enne

Un uomo di 33 anni è stato arrestato in flagranza per aver violato il divieto di avvicinamento alla madre. Alla donna rivolgeva continui insulti e minacce di morte, intimidazioni volte a ottenere con la forza denaro in prestito. Complessivamente il giovane sarebbe riuscito a sottrarle circa 20mila euro.
A cura di Eleonora Panseri
0 CONDIVISIONI
Foto d'archivio
Foto d'archivio

Sono residente in Emilia-Romagna le donne protagoniste di due gravi fatti avvenuti di recente, costrette per lungo tempo a subire da parte di uomini a loro vicini botte, minacce e ricatti, violenze psicologiche e fisiche.

Il primo caso arrivata da Minerbio, dove un uomo di 33 anni è stato arrestato dopo aver violato il divieto di avvicinamento alla madre, a cui rivolgeva continuamente insulti e minacce di morte. Intimidazioni volte a ottenere con la forza dalla donna denaro in prestito.

Complessivamente il giovane sarebbe riuscito a sottrarle circa 20mila euro, si legge su Il Resto del Carlino. "Ti ammazzo", "ti sotterro" e altre frasi simili sarebbero state utilizzate dal 33enne per far pressione sulla madre e ottenere i soldi richiesti. La donna, a causa del grave stress avrebbe perso quindi chili.

La situazione sarebbe diventata insostenibile e, a seguito di denuncia della madre fatta ai carabinieri, sarebbe stato disposto il divieto di avvicinamento. Il figlio della donna è stato arrestato in flagranza di reato: era andato sul luogo di lavoro della madre e qui l'avrebbe nuovamente minacciata e ricattata. La Procura ha disposto quindi l'arresto per il giovane che è in attesa dell'udienza di convalida prevista con giudizio direttissimo. 

L'altra storia viene invece da Calderara di Reno. Qui un uomo di 40 anni è stato, nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura di Bologna, destinatario della misura cautelare del divieto di avvicinamento per mettere fine alle violenze portate avanti dall'uomo nei confronti della ex compagna.

La donna si è rivolta ai carabinieri della stazione locale per chiedere aiuto, raccontando dei comportamenti violenti subiti vista l’incapacità di lui di accettare la fine della loro relazione. L'uomo le avrebbe detto di tenere in macchina "sempre pronto all'uso" dell'acido con cui minacciava di sfregiarla.

Una sera il 40enne sarebbe anche riuscito a introdursi nella casa della donna che vive con il figlio minorenne, rimasto profondamente spaventato dopo l'episodio. La vittima, di fronte ai comportamenti dell'ex, era caduta in un profondo stato di ansia, fisica e psicologica, con frequenti attacchi di panico che ha motivato l'applicazione della misura.

0 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views