Sono stati rintracciati e denunciati i tre aggressori del migrante preso a sprangate a Ventimiglia, in provincia di Imperia, al culmine di una lite. L'episodio è stato denunciato da alcuni testimoni che hanno assistito alla violenta aggressione, ripresa anche col cellulare, e hanno allertato le forze dell'ordine immediatamente intervenute sul posto. I tre sono stati denunciati a piede libero per lesioni aggravate dall’uso di corpi contundenti.

La polizia di Imperia li ha rintracciati al termine di un'indagine lampo iniziata ieri dopo la chiamata giunta ieri da alcuni passanti che chiesto aiuto tra via Roma e via Ruffini, a Ventimiglia per un'aggressione. Quando gli agenti hanno raggiunto il posto hanno trovato solo l'uomo, ferito, in strada: gli aggressori erano già fuggiti. Ma a riprenderli attraverso un video è stata una donna che dalla finestra del suo appartamento ha assistito alla scena. È stato grazie a quelle immagini e a un lavoro di indagine immediato che la polizia ha potuto individuare e denunciare i tre. Si tratta di tre uomini, italiani e tutti residenti a Ventimiglia, uno dei quali con precedenti di polizia.

Nel video viene ripreso anche un quarto uomo la cui posizione è al vaglio delle forze dell'ordine. I tre sono stati rintracciati e denunciati a piede libero per lesioni aggravate dall’uso di corpi contundenti, tIntanto l'uomo ferito, un cittadino extracomunitario e irregolare sul territorio nazionale, dopo essere stato soccorso sul posto dal personale medico, è stato portato all'ospedale di Bordighera dal quale è stato dimesso con 10 giorni di prognosi per lesioni e, successivamente, è stato condotto al commissariato di Ventimiglia, per procedere ai provvedimenti amministrativi del caso. Stando a quanto ricostruito finora sembra che l'aggressione sia avvenuta in seguito a un diverbio nato, per cause ancora da accertare, tra il giovane straniero e uno degli aggressori nelle vicinanze del supermercato Carrefour della cittadina di confine.