Tragedia sfiorata a Martina Franca, in provincia di Taranto, dove una bambina di 8 anni è stata azzannata alla testa da un bulldog uscito all'improvviso da una delle ville della zona. È successo nella giornata di ieri, domenica 7 giugno, nei pressi del parco giochi del quartiere Don Bosco. La piccola si trovava a bordo della sua bicicletta, e in compagnia di una amica, quando è stata aggredita dall'animale, privo di guinzaglio e museruola, che l'ha attaccata prima ad un braccio e poi alla testa, dopo che la bimba ha perso l'equilibrio ed è caduta a terra. Sono intervenute più persone per riuscire a liberarla dalla presa del cane e, alla fine, dopo alcuni tentativi sono riuscite a sottrarla alla furia di quest'ultimo.

Subito sono scattati i soccorsi e la vittima, come racconta il Corriere della Sera, è stata condotta prima all'ospedale di Martina e poi al Perrino di Brindisi. Le ferite riportate dalla piccola sono state suturate con 40 punti, per la maggior parte utilizzati per la ricostruzione del cuoio capelluto. Conclusa la visita medica la bimba è stata dimessa ed è tornata a casa. I vigili urbani di Martina Franca hanno fatto i rilievi sull’episodio e redatto il verbale. A quanto pare, però, stando a quanto riporta la stampa locale, non ci saranno conseguenze dal punto di vista legale. Sembra, difatti, che le due famiglie, quella della bambina e quella del bulldog, si siano subito incontrate e abbiano chiarito i contorni dell’episodio, apparentemente non dovuto a intenzionali trascuratezze dei padroni del cane. Non è la prima volta che si verificano episodi del genere e con esiti talvolta ben diversi. Sempre in Puglia, all'inizio di aprile, un bimbo di otto mesi è stato ucciso da un cane corso davanti alla mamma e alla nonna a Torre Pali, frazione di Salve, provincia di Lecce, Basso Salento, mentre il giorno dopo a San Cesario di Lecce, un bimbo di 3 anni è stato azzannato al volto dal cane dello zio ma è riuscito a salvarsi.