Immagine da Facebook.
in foto: Immagine da Facebook.

Si è risvegliata sotto choc Palermo questa mattina per la morte della piccola Marta Episcopo. La bambina di 10 anni si trovava nella palestra della sua scuola, l'Istituto Vittorio Emanuele Orlando in via Lussemburgo, durante l'ora di educazione fisica insieme ai suoi compagni quando si è verificato improvvisamente il decesso. Sarà l'autopsia, che verrà svolta nelle prossime ore, a chiarire le cause di questa vera e propria tragedia: all'inizio si è pensato ad un incidente, che la piccola avesse battuto la testa in seguito ad una caduta, ma poi dopo una prima ispezione cadaverica da parte del medico legale, che aveva escluso colpi mortali riconducibili a una caduta, si è fatta strada l'ipotesi del malore che non ha lasciato scampo alla bimba. La sua salma sarà restituita ai genitori solo al termine delle analisi.

Eppure, alcuni testimoni, sentiti i familiari raccontano di come la bambina non abbia sofferto di problemi di salute né abbia manifestato particolari sintomi negli ultimi giorni riconducibile a qualcosa di grave. La tragedia si è consumata nel giro di pochi minuti. Marta, accasciatasi a terra, per cause che sono in via di accertamento, non avrebbe più dato segni di vita. Nonostante la corsa disperata di alcuni docenti, l’intervento del Dirigente Scolastico, e l’arrivo sul posto dei sanitari del 118, il cuore della piccola ha deciso di non ripartire. Le indagini sono affidate ai carabinieri della compagnia locale. Sotto choc la scuola elementare che la giovanissima vittima frequentava e che proprio oggi resterà chiusa in segno di lutto.

Cordoglio alla famiglia di Marta è arrivato dal sindaco di Palermo, Leoluca Orlando che su Facebook ha scritto: "La morte avvenuta a scuola di una bambina di 10 anni è una tragedia immane, che colpisce la famiglia della piccola, la comunità scolastica e tutta la città. Sono certo di interpretare i sentimenti non solo della Amministrazione comunale ma di tutta Palermo, nell'esprimere vicinanza nel dolore alla famiglia di questa piccola, ai suoi insegnanti e ai suoi compagni". Anche la ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, ha voluto far arrivare le proprie condoglianze ai familiari, mentre tanti sono anche i messaggi su Facebook lasciati in ricordo della bambina. "Bella e dolce come la tua bellissima mamma che stimo e voglio bene come una sorella, mi stringo a questo grandissimo dolore insieme a tutti voi", ha scritto Loredana; "Marta preziosa lo era davvero: le foto scambiate in chat con i nuovi compagni, che ieri piangevano davanti alla scuola, la ritraggono bellissima con dei luminosi occhi neri e dei lineamenti molto delicati. Il mondo dei Fanti rimane immobile davanti al dolore della famiglia. Vola in cielo piccolo Angelo", è il messaggio lasciato sui social dall'Associazione Nazionale del Fante Palermo.