627 CONDIVISIONI

Mamma e bimbo rischiano di morire per una massa al cuore, doppio intervento d’urgenza li salva

La storia arriva dalle Molinette di Torino: ginecologi e cardiochirurghi insieme salvano una mamma e il suo bambino. Con un parto cesareo in urgenza è nato il piccolo, subito dopo la mamma è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico al cuore.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Susanna Picone
627 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Rischiavano di morire entrambi, una mamma e il piccolo che portava in grembo, perché il cuore della donna era oppresso da una massa che bloccava la valvola mitralica. Fortunatamente tutto è andato per il meglio: la donna e il suo bambino sono stati salvati grazie a un doppio intervento di urgenza all'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino.

La partoriente, una donna di 38 anni con gravidanza a termine, qualche giorno fa era arrivata in condizioni critiche in un altro ospedale cittadino, il Maria Vittoria. Sottoposta ad approfondimenti, i medici avevano evidenziato una massa benigna all'interno del cuore, che occludeva la valvola mitrale determinando un danno importante alla contrattilità del cuore stesso. La massa metteva a rischio la vita della donna e quella del nascituro.

Trasferita alle Molinette, la donna è stata sottoposta a taglio cesareo d'urgenza. Così è nato il figlio, un bimbo dal peso di 3140 grammi.

Poi i chirurghi l’hanno operata, messa in circolazione extracorporea, rimuovendo la massa benigna.

Coinvolti nel delicatissimo intervento cardiochirurghi, ginecologi, anestesisti, cardiologi, neonatologi, ostetriche, perfusionisti. Alle Molinette di Torino, dopo un confronto multidisciplinare di medici specialisti, è stata allestita la sala operatoria per poter affrontare contemporaneamente il doppio intervento.

Il piccolo nato col cesareo è stato sottoposto a rianimazione ed assistenza respiratoria, e successivamente è stato portato nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell'ospedale Sant'Anna, sempre della Città della Salute. È stabile e respira autonomamente.

L'intervento di cardiochirurgia sulla mamma è stato eseguito subito dopo con una tecnica mininvasiva. La paziente si trova ora in reparto di degenza.

627 CONDIVISIONI
Bologna, bimbo di 3 mesi guarito con doppio trapianto: cellule staminali e microbiota
Bologna, bimbo di 3 mesi guarito con doppio trapianto: cellule staminali e microbiota
Catania, bimbo autistico perde il peluche. La mamma chiama i carabinieri, che lo ritrovano: "Era disperato"
Catania, bimbo autistico perde il peluche. La mamma chiama i carabinieri, che lo ritrovano: "Era disperato"
Altavilla Milicia, la mamma di una amichetta del bimbo: “Antonella dal 5 febbraio non rispondeva più”
Altavilla Milicia, la mamma di una amichetta del bimbo: “Antonella dal 5 febbraio non rispondeva più”
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni