Il maltempo sta sferzando la Sicilia, specialmente l’area tra Catania e Siracusa. Le forti piogge hanno trasformato in un fiume il tratto all’altezza di Priolo dell’autostrada Siracusa-Catania, che si è allagato, paralizzando il traffico. I volontari della Protezione civile di Priolo sono intervenuti per aiutare gli automobilisti rimasti in panne. Almeno una quarantina gli interventi dei vigili del fuoco di Catania e provincia per la pioggia che continua a cadere da ieri. La Protezione civile avverte del pericolo di allagamenti ed esondazioni in alcune zone di Siracusa. Ci sono forti criticità sul ponte di Capo Corso, nella zona di Laganelli, alle foci dei fiumi Anapo e Ciane, in contrada Mortellaro. Pericolo allagamenti sulle strade di collegamento con le zone balneari tra Fontane Bianche, Ognina e Cassibile, compresa la statale in contrada Santa Elia.

Un fulmine ha centrato la chiesa di San Vito a Mascalucia, in provincia di Catania, non lontana dal Municipio del paese etneo. Sul posto per spegnere le fiamme e mettere in sicurezza la struttura diverse squadre di vigili del fuoco con un’autoscala di supporto. Disagi anche a Misterbianco, dove corso Carlo Marx si è completamente allagato:

E il maltempo ha fatto danni anche nel Ragusano. I vigili del fuoco hanno operato la rimozione di alberi e pali della pubblica illuminazione pericolanti e divelti, nel territorio del comune di Comiso, dove è intervenuta una squadra dalla sede aeroportuale, considerato che l’aeroporto per il momento non è operativo.