Anche se le previsioni meteo indicano per domani e tutto il weekend tempo generalmente asciutto e giornate di sole e caldo africano sull’Italia, per venerdì 26 giugno il maltempo non abbandonerà del tutto la Penisola persistendo su alcune regioni del nord, in particolare sulle aree alpine e prealpine. In alcuni casi il maltempo si manifesterà con violenti fenomeni temporaleschi, limitati nel tempo e nello spazio ma molto intensi tanto da far scattare l’allerta della protezione civile.

Allerta gialla per temporali su Lombardia e Veneto

In base alle previsioni meteo disponibili, infatti, il dipartimento nazionale di protezione civile ha emesso per la giornata di domani venerdì 26 giugno una allerta gialla per rischio temporali su parte del Veneto e della Lombardia. Nel dettaglio, le aree interessate dall’allerta gialla di ordinaria criticità per temporali sono: Orobie bergamasche, Laghi e Prealpi orientali in Lombardia, e le zone Piave pedemontano e Alto Piave in Veneto.

Maltempo su settori alpini e prealpini

Durante la giornata infatti soni attese precipitazioni da isolate a sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori alpini e prealpini, con sconfinamenti sui settori pedemontani e adiacenti zone di pianura anche se con quantitativi cumulati di acqua generalmente deboli. Tutta colpa di un vortice di bassa pressione con centro sull'Austria che spinge correnti più fresche e umide verso l’Italia provocando condizioni di instabilità sul settore alpino e prealpino. In Lombardia e Veneto i primi rovesci sono attesi nelle prime ore della mattina di venerdì 26 giugno, poi per la restante parte della giornata, è possibile una nuova isolata attivazione di rovesci e temporali nelle ore pomeridiane sui settori alpini. In serata possibili temporali più estesi e organizzati su settori prealpini occidentali