Ondata di maltempo anche nel Vicentino oggi venerdì 25 settembre, temporali, nubifragi e grandinate che stanno flagellando l'Italia da diverse ore hanno colpito nel primo pomeriggio anche l'Alto Vicentino dove in pochi minuti una coltre bianca di chicchi di grandine ha ricoperto strade e campi. In lacune zone addirittura a terra sono caduti chicchi di grandine grossi come noci che hanno anche danneggiato alcune auto mentre in altre zone della provincia veneta a farla da padrone è stata l'abbondanza di grandine che ha letteralmente invaso le strade.

 

L'ondata di maltempo però si è scatenata in tutto il Vicentino e anche nel resto del Veneto anche attraverso violenti temporali e nubifragi che in alcune aree si sono rivelati vere e proprie bombe d'acqua con accumuli consistenti. Ad accompagnare la burrasca autunnale infine anche potenti raffiche di vento che nella pianura vicentina hanno soffiato a velocità superiori anche ai 50/60 km/h. La perturbazione, prima dell’Alto Vicentino aveva colpito il veronese e poi si è spostata sull’Altopiano di Asiago e la Valbrenta.

Il maltempo del resto era atteso in veneto tanto che era stata emanata una allerta di ordinaria criticità per temporali e un allerta gialla per criticità idrogeologica sulla rete idraulica secondaria e per eventuali fenomeni franosi su tutti i bacini idrografici del Veneto. Su tutta la regione sono attese precipitazioni intense, in particolare sulle zone centro settentrionali, con accumuli di acqua consistenti. Attenzione massima anche per i forti con una allerta che sarà valida per tutta la notte e fino alle prime ore di sabato