Luxottica assume a tempo indeterminato 11.150 lavoratori che oggi lavorano negli stabilimenti di AgordoCencenighe SedicoPederobbaRovereto, Lauriano e nella sede di Milano. L’accordo firmato dai vertici della società e da Filctem, Femca, Uiltec, e dalle Rsu del gruppo consentirà all’azienda di poter far fronte alla stagionalità tipica del settore e ai lavoratori flessibili di avere un impiego stabile. “Il rinnovo – spiega Raffaele Salvatoni segretario nazionale della Femca Cisl – è avvenuto in un contesto caratterizzato da due novità: il processo di fusione fra Luxottica ed Essilor, che ha dato vita al più grande gruppo mondiale dell’occhialeria, ed il massiccio ingresso in azienda di nuove tecnologie che determinano l’esigenza di una diversa organizzazione del lavoro”.

Cosa prevede l'accordo di Luxottica

L'accordo, firmato con le organizzazioni sindacali e valido fino al giugno 2022, integra il contratto nazionale con misure che riguardano non solo gli aspetti economici, ma anche l'organizzazione del lavoro, la partecipazione diretta dei dipendenti alla vita aziendale tramite specifici comitati e nuovi strumenti digitali, un piano di azionariato diffuso, un nuovo bonus di risultato, oltre a novità nell'ambito del sistema di welfare aziendale del gruppo, già tra i più innovativi. “È un importantissimo accordo questo perché, investendo sui lavoratori, apre un fronte di fiducia nel panorama industriale italiano guardando alla valorizzazione delle produzioni made in italy”, spiega Sonia Paoloni, segretaria nazionale Filctem Cgil.

Le altre novità del piano di assunzioni

Nel capitolo ‘flessibilità sostenibile’, che potrà riguardare oltre un migliaio di giovani lavoratori oggi con contratti interinali o a termine “c'è il nuovo modello di organizzazione degli orari di lavoro nelle fabbriche italiane e di gestione della flessibilità produttiva, che prevede l'inserimento di lavoratori con contratti di ‘part time incentivato’ a otto ore nei sette mesi di maggiore attività, e a sei ore nel rimanente periodo”, afferma una nota dell'azienda. Le parti hanno inoltre condiviso la necessità di costituire, nel rispetto delle normative Ue, un Comitato aziendale europeo (Cae) di Luxottica “a presidio del processo di informazione e consultazione di tutti i lavoratori europei del gruppo”, che potrà avviare i primi contatti con il Cae di Essilor “per favorire la conoscenza e l'approfondimento delle rispettive realtà”.