829 CONDIVISIONI
12 Maggio 2020
15:44

Luca Bertoncello morto precipitando da un cantiere: la famiglia non crede al suicidio

La famiglia di Luca Bertoncello, 40 anni, chiede ulteriori indagini sulla morte del cameriere, padre di due figli, avvenuta alla fine di aprile in a Berlino. Il bassanese Luca Bertoncello è precipitato da uno dei piani rialzati del cantiere nel quartiere residenziale di Charlottenburg a pochi chilometri da casa. Non ha lasciato lettere di addio. Sparita anche la sua bicicletta.
A cura di Angela Marino
829 CONDIVISIONI
Luca Bertoncello
Luca Bertoncello

La famiglia di Luca Bertoncello, 40 anni, chiede ulteriori indagini sulla morte del cameriere, padre di due figli, avvenuta alla fine di aprile in a Berlino. Il bassanese Luca Bertoncello, infatti, è precipitato da uno dei piani rialzati del cantiere nel quartiere residenziale di Charlottenburg, a ovest del Tiergarten. Le ipotesi in campo sono due: incidente o suicidio. La famiglia, tuttavia, nutre forti dubbi sull'ipotesi che Luca possa essersi lanciato di sua volontà e vuole che si indaghi a fondo su quanto accaduto all'alba dello scorso 30 aprile, a Berlino, dove Luca viveva e lavorava da 11 anni. Il cantiere si trova a metà strada tra la casa di Luca e il ristorante in cui lavorava.

Nessuna lettera, nessun biglietto per dire addio ai suoi cari, Luca non avrebbe lasciato niente. Anzi, i famigliari hanno fatto sapere di averlo sentito al telefono il pomeriggio prima della morte e non sarebbe parso loro diverso dal solito né turbato. Per questo, assistiti dall'avvocato vicentino Christian Zovico, i genitori e il fratello di Marco hanno preso contatti con l'ambasciata italiana a Berlino per chiedere sostegno. La procura di Berlino, per ora, ha disposto l'autopsia sul corpo del quarantenne, che apparentemente non presenta segni di violenza. Da Bassano, tuttavia, i parenti chiedono che si investighi sulla dinamica dei fatti e sui contesti sociali in cui Luca, cameriere professionale, si muoveva. Sotto la lente anche le immagini di eventuali telecamere presenti sulla scena. Da esaminare resta anche il cellulare del quarantenne, che sarebbe stato ritrovato a casa. A destare sospetti anche la scomparsa dell'inseparabile bici con cui Luca si spostava in città, che non è stata trovata.Sposato in Germania con una donna del posto, aveva avuto due figli di cinque e sette anni, prima di separarsi.

829 CONDIVISIONI
Leonardo morto precipitando dall'ospedale, il papà:
Leonardo morto precipitando dall'ospedale, il papà: "Restò sul tetto 30 minuti, non si è suicidato"
Massimiliano, malato di sclerosi multipla, morto con suicidio assistito in Svizzera: “Vorrei farlo a casa”
Massimiliano, malato di sclerosi multipla, morto con suicidio assistito in Svizzera: “Vorrei farlo a casa”
Al funerale di Luca Marengoni la promessa della famiglia e degli amici:
Al funerale di Luca Marengoni la promessa della famiglia e degli amici: "Realizzeremo i suoi sogni"
126.082 di Chiara Daffini
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni