Un bambino di appena sei anni è stato tratto in salvo dagli agenti di polizia mentre camminava sul tetto di un edificio di Livorno, in via San Carlo, a una ventina di metri d'altezza. E' successo oggi pomeriggio, a seguito dell'allarme dato da alcuni passanti. I poliziotti si sono introdotti nel palazzo e attraverso una botola sono saliti sul tetto, dove hanno prima tranquillizzato il piccolo, per poi afferrarlo e farlo scendere. Stando a una prima ricostruzione il bambino sarebbe stato lasciato da solo a casa dal padre e sarebbe uscito da una finestra della propria abitazione che dà accesso al tetto. Da qui avrebbe poi proseguito a camminare fino a raggiungere il tetto di un edificio vicino. È stato un signore che abita in quello stabile a notare la sua presenza e dare l'allarme.

Il padre del bimbo, un trentatreenne che sarebbe uscito di casa per andare a giocare alle slot, rischia adesso una denuncia per abbandono di minore. Quando il piccolo si è accorto del luogo in cui si trovava e dell'altezza da terra, si è spaventato molto e ha iniziato a piangere richiamando l'attenzione dei vicini. Oltre a un comprensibile choc psicologico, i medici che l'hanno visitato dopo il salvataggio hanno escluso che abbia riportato altre lesioni fisiche. Dagli accertamenti è emerso che il bimbo viveva solo con il padre, anche se dopo questo episodio è si potrebbe decidere di provvedere a una soluzione diversa, anche se nell'ambito della cerchia familiare.