Tragedia lungo le strade venete nelle prime ore di oggi, martedì 4 maggio. Una ragazza di 19 anni è morta a seguito di un drammatico incidente stradale avvenuto all'alba nel territorio del comune di Altivole, in provincia di Treviso. La vittima del tragico schianto è Elisa Girolametto, 19enne aspirante infermiera di Riese Pio X, sempre nel Trevigiano. La ragazza, studentessa universitaria, si stava recando in auto in una casa di riposo di Montebelluna dove avrebbe dovuto iniziare il tirocinio ma mentre percorreva via degli Alpini, in località San Vito, ha perso improvvisamente il controllo della sua vettura. Per motivi tutti da accertare, l'auto, una Fiat panda, ha sbandato, finendo poi la sua corsa contro un muretto di recinzione di un’abitazione.

Un impatto violentissimo a seguito del quale la vettura si è incendiata intrappolando la diciannovenne. A nulla sono valsi i successivi soccorsi giunti sul luogo del sinistro intorno alle 5.30 di questa mattina. Quando i vigili del fuoco hanno spento le fiamme e hanno liberato la giovane dalle lamiere contorte e bruciate della vettura, per lei era ormai era troppo tardi. Medici del Suem 118 e pompieri non hanno potuto che constatare la morte della 19enne. Il sogno Elisa, che era volontaria della Croce Rossa Italiana del Comitato di Bassano del Grappa, si è spento per sempre tra il dolore di genitori, sorelle e fidanzato ama anche dei tanti che la conoscevano e la apprezzavano.

Proprio dalla Croce rossa locale è arrivato uno dei primi messaggi di cordoglio: "Oggi il nostro Comitato vive un giorno di grande dolore, è venuta a mancare in un tragico incidente la nostra volontaria Elisa Girolametto. Elisa era molto attiva con i volontari giovani e nei servizi sanitari, stava frequentando la facoltà di scienze infermieristiche e stava svolgendo il tirocinio in una casa di riposo. Tutti i Volontari sono vicini ai genitori, alle sorelle, e al fidanzato Giorgio Gheno, per far sentire loro l’affetto e la vicinanza della famiglia di Croce Rossa che ha visto Elisa partecipare attivamente alla vita del nostro Comitato. Mancano le parole, ma siamo sicuri che la nostra presenza porterà un po’ di conforto". Straziante invece il breve messaggio pubblicato sui social dal fidanzato Giorgio Gheno, anche lui volontariuo della croce rossa. . "Ti ho aspettata tanto, sei rimasta con me troppo poco. Ciao Amore mio!!!  Buon viaggio…" si legge nel post con la foto dei due .