Dramma a Lampedusa, dove una donna di 48 anni, Fulvia Morando, è morta dopo essere stata travolta da un'auto pirata in contrada Terranova. La vittima, residente a Pinerolo, in provincia di Torino, era atterrata appena due ore prima della tragedia sull'isola in provincia di Agrigento, dove avrebbe dovuto trascorrere qualche giorno di vacanza insieme al marito. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, erano circa le 23 di ieri sera, sabato 31 agosto, quando la coppia è uscita dal residence dove alloggiava per fare la prima passeggiata in centro, affollato di turisti. Ma la donna, mentre camminava sul ciglio della strada, è stata investita da un piccolo fuoristrada Suzuki Santana ed è finita contro un palo. L'autista della vettura dopo poche decine di metri si è fermato e poi è fuggito insieme ad altre persone che erano a bordo.

Per Fulvia, invece, non c'è stato nulla da fare. È stata portata con una ambulanza al pronto soccorso dove è stata dichiarata la morte. Il marito sotto choc è rimasto per qualche ora nel polimabulatorio e poi i carabinieri lo hanno accompagnato in caserma per le formalità di rito e per acquisire informazioni sulla dinamica dell'incidente. I militari hanno rintracciato il proprietario dell'auto, un ragazzo di 23 anni originario di Lampedusa, intorno alle 2: è stato interrogato insieme ad altre persone, è stato arrestato con l'accusa di omicidio stradale e posto ai domiciliari. L'auto, invece, è stata trovata a qualche chilometro di distanza dal luogo della tragedia. La notizia è diventata virale sull'isola e al poliambulatorio sono arrivati molti lampedusani addolorati mentre il marito della vittima piangeva nella sala d'attesa.