Una persona è rimasta uccisa nel pomeriggio di martedì lungo l’autostrada A1 Milano-Napoli, tra Incisa Reggello e Firenze Sud, in direzione di Bologna. Si tratta di un uomo di quaranta anni che, stando a quanto ricostruito, per motivi ancora da chiarire era sceso dalla sua auto, una Fiat Punto, e camminava lungo la corsia d’emergenza. L’uomo è rimasto ucciso in seguito a un incidente avvenuto verso le 15.30 tra due auto e un furgone. L'incidente è avvenuto all'altezza del chilometro 310. Il quarantenne è stato travolto da una Fiat 500 che era stata sua volta tamponata da un furgone. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, polizia stradale, personale di Autostrade per l'Italia e vigili del fuoco, ma purtroppo per l’uomo investito non c’era più nulla da fare. Secondo la ricostruzione della Polstrada il conducente della Fiat 500, nel tentativo di evitare l’uomo a piedi sull’autostrada, avrebbe sterzato bruscamente in corsia di sorpasso, finendo per essere tamponato dal furgone. La sua auto, fuori controllo dopo l'urto, sarebbe carambolata prima contro il pedone e poi contro la sua vettura, parcheggiata in corsia di emergenza.

Traffico in tilt e lunghe code in autostrada – L’incidente ha provocato molti disagi in autostrada. In serata, intorno alle 19, lungo lo stesso tratto di autostrada, in direzione Sud, un nuovo problema ha provocato nuove lunghe code. Un tir che trasportava materiale plastico è andato a fuoco. Il traffico è andato letteralmente in tilt e si sono create code fino a 5 chilometri. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e il traffico è stato deviato su una sola corsia.