190 CONDIVISIONI

In ospedale in arresto respiratorio, bimba di 2 anni salvata da inalazione di vite metallica a Foggia

A seguito dell’incidente, la piccola è stata trasportata in emergenza presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di San Severo e poi trasferita al Policlinico “Ospedali Riuniti” di Foggia. Qui è stata operata d’urgenza per la liberazione delle vie respiratorie.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Antonio Palma
190 CONDIVISIONI
Immagine

Una bambina pugliese di appena 2 anni ha rischiato di soffocare per inalazione accidentale di una piccola vite metallica. È accaduto nel Foggiano dove, sfuggendo al controllo degli adulti, la piccola si è ritrovata col corpo estraneo in gola. Grazie al tempestivo intervento dei medici, però, la piccola è stata operata d'urgenza e salvata con la rimozione del corpo estraneo tracheo-bronchiale.

L'episodio si è consumato nei giorni scorsi nell'hinterland foggiano quando, a seguito dell'incidente, la piccola è stata trasportata con codice di massima urgenza presso il Pronto Soccorso dell’ospedale “Masselli Mascia” di San Severo.

La bimba era arrivata in ospedale in preda a una crisi asfittica conseguente alla inalazione della vite metallica. Il corpo estraneo infatti inizialmente aveva occluso la via aerea, determinando un momentaneo arresto respiratorio della piccola. La vite fortunatamente poi si è mossa, proseguendo però la sua corsa tra le vie respiratorie della piccola e attestandosi in uno dei bronchi principali. In quel punto ha permesso il ripristino dell’attività respiratoria che però è rimasto incerto e incostante.

I medici a questo punto hanno deciso il trasferimento immediato della paziente al Policlinico “Ospedali Riuniti” del capoluogo per poterla trattare con le dovute cautele del caso. Giunta presso il Policlinico di Foggia, la bambina quindi è stata portata con la massima urgenza in sala operatoria, dove l’equipe del reparto di Chirurgia Toracica diretta dal Professor Francesco Sollitto l'ha sottoposta a un intervento che si è rivelato risolutivo.

I due medici in servizio, con anestesista e due infermieri strumentisti, hanno efficacemente e tempestivamente rimosso il corpo estraneo con l’ausilio di un broncoscopio flessibile. Un intervento perfettamente riuscito visto che la bambina, dopo appena due giorni di ricovero presso il reparto di Pediatria dello stesso Policlinico di Foggia, è stata dimessa ed è tornata a casa.

"La S.C. di Chirurgia Toracica del Policlinico “Ospedali Riuniti” diretta dal Professor Francesco Sollitto si conferma riferimento regionale per le gestione delle vie aeree. l’equipe della Chirurgia Toracica, composta dai dottori Roberto De Bellis e Leonardo Fino, coadiuvata dall’anestesista dottoressa Maria Rosaria Menga, dagli infermieri strumentisti Gianluca Di Viesti e Valentina La Gatta, ha efficacemente e tempestivamente rimosso il corpo estraneo" spiegano dal Policlinico.

190 CONDIVISIONI
Lecce, bimba di 2 anni in ospedale perché positiva alla cannabis, indagano i carabinieri
Lecce, bimba di 2 anni in ospedale perché positiva alla cannabis, indagano i carabinieri
Bimba di un anno scappa dall'asilo gattonando e finisce in strada: salvata dalle bidelle
Bimba di un anno scappa dall'asilo gattonando e finisce in strada: salvata dalle bidelle
I genitori della neonata salvata all'ospedale Meyer: "Per noi è una casa, grazie ai medici"
I genitori della neonata salvata all'ospedale Meyer: "Per noi è una casa, grazie ai medici"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni