Opinioni
23 Agosto 2012
13:05

Il volto di Comunione e Liberazione tra Formigoni e diritti negati

Il meeting di Comunione e Liberazione visto attraverso il nostro reportage esclusivo, tra propaganda, voglia di riscatto, volontari e sponsor. Con l’ombra di Formigoni e il “soccorso” del professor Monti.
A cura di Saverio Tommasi
formigoni

Il Meeting di Comunione e Liberazione è una tradizione estiva ormai trentennale. Ma soprattutto è una modalità consolidata che usa CL per lanciare un'ipoteca sulla nuova stagione politica, ribadendo i cardini fondamentali: Chiesa, famiglia, negazione dei diritti civili e difesa dei politici "amici".

Per farlo si avvale di una schiera di oltre tremila volontari, per la maggior parte giovani, molti dei quali davvero convinti, con il loro lavoro volontario, di contribuire a un evento culturale di massa.

Il Meeting si svolge da anni nella stessa maniera: sponsor, in particolare banche (Intesa San Paolo e Banca Intesa, oggi fuse insieme), Nestlè, Finmeccanica e giochi d'azzardo per il reparto bambini/ragazzi. Per il resto è uno sfoggio di mostre e incontri con i vertici dello Stato. Quest'anno è andato il premier Mario Monti (e una schiera di ministri), lo scorso anno invece era andato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (e la solita schiera di ministri).

Presenza fissa del Meeting ed esponente di spicco di Comunione e Liberazione è Roberto Formigoni, dominus e governatore della Regione Lombardia, attualmente indagato per corruzione insieme all'amico Daccò, dalla cui barca amava tuffarsi.

Per noi di Fanpage ha preso parte al Meeting il nostro Saverio Tommasi, che fra un incontro e l'altro ha scelto di raccontarci il Meeting soprattutto attraverso due aspetti: l'idea che i ciellini si sono fatti della vicenda Formigoni e il loro pensiero rispetto alle coppie omosessuali.

Sono giornalista e video reporter. Realizzo reportage e documentari in forma breve, in Italia e all'estero. Scrivo libri, quando capita. Il più recente è "Siate ribelli. Praticate gentilezza". Ho sposato Fanpage.it, ed è un matrimonio felice. Racconto storie di umanità varia, mi piace incrociare le fragilità umane, senza pietismo e ribaltando il tavolo degli stereotipi. Per farlo uso le parole e le immagini. Mi nutro di video e respiro. Tutti i miei video li trovate sul canale Youmedia personale.
Perché i migranti climatici sono rifugiati e hanno diritto alla protezione internazionale
Perché i migranti climatici sono rifugiati e hanno diritto alla protezione internazionale
Non c'è una sola ragione per lasciare degli esseri umani in mare: cosa dice il diritto internazionale
Non c'è una sola ragione per lasciare degli esseri umani in mare: cosa dice il diritto internazionale
Ci vorranno anni per sminare Kherson dopo la liberazione dai russi e renderla una città sicura
Ci vorranno anni per sminare Kherson dopo la liberazione dai russi e renderla una città sicura
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni