129 CONDIVISIONI
News sull'omicidio di Pierina Paganelli a Rimini

I figli di Pierina Paganelli, Giacomo e Chiara: “Era dolce e forte, ci ha colpito che fosse spiata”

Le lettere di Giacomo e Chiara Saponi, i figli di Pierina Paganelli, la 78enne uccisa a coltellate a Rimini, lette nel corso della trasmissione Chi l’ha visto?: “Scoprire che nell’intimità della sua casa, facendo telefonate private con i suoi cari, è stata spiata ci ha colpito forte. Mi ha sempre detto di non mollare, di essere forte ed è quello che sto provando a fare”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Ida Artiaco
129 CONDIVISIONI
Pierina e il figlio Giacomo.
Pierina e il figlio Giacomo.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
News sull'omicidio di Pierina Paganelli a Rimini

"In questi ormai 40 giorni io e mia sorella abbiamo scelto il silenzio. Questo per amore e rispetto di nostra madre. Recentemente però alcune notizie ci hanno addolorato molto". Comincia così la lettera scritta da Giacomo Saponi, uno dei tre figli di Pierina Paganelli, la 78enne uccisa a coltellate lo scorso 3 ottobre a Rimini nel garage del condominio dove viveva, in via del Ciclamino.

Giacomo, insieme alla sorella Chiara, si è sempre tenuto lontano dalla vicenda, a differenza del fratello Giuliano, più volte tirato in ballo non solo per via dello strano incidente in cui è rimasto coinvolto lo scorso maggio, ma anche perché gli inquirenti, pur non avendo ancora trovato il responsabile della morte di Pierina, hanno acceso i riflettori sulla moglie, Manuela Bianchi, che vive sullo stesso pianerottolo della vittima, sul fratello di lei, Loris, e sui vicini di casa Valeria e Louis Dassilva, con cui pare proprio Manuela avesse una relazione.

Immagine

Ma ieri sera Giacomo e Chiara hanno interrotto il loro silenzio, leggendo entrambi una lettera durante la puntata di Chi l'ha visto? andata in onda su Rai 3. "Scoprire che nell'intimità della sua casa, facendo telefonate private con i suoi cari, è stata spiata ci ha colpito forte – legge Giacomo -. Sentirla descrivere come una donna che aveva un linguaggio volgare, che sparlava degli altri, che si intrometteva nelle vite altrui, ci ha ferito, perché mamma era l'opposto, era una donna dolce, forte, rispettosa, che non si è mai intromessa nelle vite degli altri, neanche di noi figli. Era una donna sorridente, non voleva mai e poi mai attirare l'attenzione su di sé anche se, inevitabilmente, attirava le persone. Era impossibile non amarla e non cercare la sua compagnia. Casa sua era sempre piena di gente, a partire dalle sue carissime amiche. La prendevo in giro dicendole che per stare con lei dovevo prendere un appuntamento. Ho sempre amato farla ridere anche perché era facile. E quel sorriso oggi è la cosa che mi manca di più, come mi manca il suo saluto quando diceva Ciao, Giacometto".

Pierina e al sua famiglia
Pierina e al sua famiglia

Chiara Saponi ha invece dichiarato: "Non volevo parlare anche perché non sono molto brava a farlo, però viste le cose che leggo sento il bisogno di raccontarvi della mia mamma, che è sempre stata una donna forte, solare e positiva. Ha affrontato le sue grandi battaglie sempre col sorriso, anche quando si è separata da mio padre non ci ha fatto mai mancare niente. La sua priorità eravamo i suoi figli. Mi ha sempre detto di non mollare, di essere forte ed è quello che sto provando a fare".

Quanto al figlio Giuliano, quando, sempre nel corso dell'ultima puntata della trasmissione condotta da Federica Sciarelli, gli è chiesto se qualcuno abbia potuto uccidere Pierina per non farla parlare con lui, visto che sarebbe tornato a casa dopo cinque mesi di coma qualche giorno dopo il delitto, ha risposto: "Non credo assolutamente, anche perché la vedevo tutti giorni, l'avevo sentita anche quel giorno. Non credo che qualcuno volesse nascondere qualcosa. Mi ricordo l'ultimo bacio che mi ha dato".

129 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views