0 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Guida il treno con bimba in braccio, video va online: macchinista nei guai, indagano Polfer e Procura

La scena, ripresa in un video circolato nei giorni scorsi sui social, ha messo ora nei guai il macchinista, un dipendente delle Ferrovie del Gargano sul quale indagano ora sia Polfer che Procura, oltre all’azienda di trasporti.
A cura di Antonio Palma
0 CONDIVISIONI
Immagine

Un macchinista in servizio su un normale treno passeggeri in Puglia che tiene in braccio una bambina di pochi mesi mentre è alle prese con leve e comandi del convoglio che procede senza sosta. È la scena ripresa in un video circolato nei giorni scorsi sui social e che ha messo ora nei guai il macchinista, un dipendente delle ferrovie del Gargano sul quale indagano ora sia Polfer che Procura, oltre all'azienda di trasporti.

Non è chiaro a quando risale la scena, ripresa dal filmato e rilanciata dai giornali locali come l'Immediato, ma coinvolge sicuramente un treno della linea Foggia – San Severo – Peschici operato delle Ferrovie del Gargano. Nel filmato si vede il macchinista seduto con la divisa, ripreso da un'altra persona presente in cabina, mentre guida con le mani sulle leve e contemporaneamente tiene in braccio la neonata. In un'altra parte del filmato si vede lo stesso uomo che lascia i comandi e poggia la piccola proprio sulla console di comando del treno, facendola sedere su alcuni fogli di servizio.

Immagine

Dopo aver appreso del filmato, l'azienda di trasporti locali ha subito avviato una indagine interna per accertare l'accaduto e individuare il responsabile dei fatti per una eventuale contestazione disciplinare. "In merito al video diffuso da alcuni organi di stampa, relativo alla condotta di un nostro operatore in servizio, si comunica che questa azienda è già al lavoro per accertare le responsabilità" scrive l'azienda Ferrovie del Gargano in una breve nota stampa, assicurando però che "Il comportamento non regolamentare dell’operatore non ha causato conseguenze".

Dopo gli accertamenti, la stessa azienda avrebbe inviato al consiglio di disciplina interna un fascicolo trasmesso per competenza anche alla polizia ferroviaria. A sua volta la Polfer ha trasmesso gli atti in procura a Foggia per individuare l'eventuale sussistenza di reati.

Secondo le prime informazioni, il video risalirebbe alla fine dello scorso anno quando uno dei figli del macchinista ripreso avrebbe chiesto al padre di tenere in braccio la nipotina per scattare foto e video per uso strettamente personale. Il video però è finito sui social generando un'ondata di polemiche.

0 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views