224 CONDIVISIONI
13 Giugno 2021
09:36

Gli Open Day per i vaccini anti Covid si faranno ancora: ma con nuove regole

La raccomandazione del Cts alle Regioni: “Rispettate le indicazioni per le fasce d’età”. Resta però l’incognita Johnson&Johnson. Ma le regioni già iniziano a muoversi: la Campania e la Val d’Aosta sospendono gli open day con AstraZeneca, l’Emilia-Romagna conferma le prenotazioni ma farà solo Pfizer e Moderna.
A cura di Biagio Chiariello
224 CONDIVISIONI

Il dramma di Camilla Canepa, morta a 18 anni dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca durante un open day a Genova, ha spinto il ministro della Salute Roberto Speranza, su indicazione degli esperti del Comitato tecnico scientifico, a chiarire in maniera specifica come da oggi in poi dovranno funzionare le ‘giornate aperte' organizzate dalle Regioni nell'ambito della campana vaccinale. Il Cts, si legge nel verbale, “raccomanda che le Regioni ogniqualvolta promuovano eventi Open Day che sensibilizzano alla vaccinazione anti-SARS-CoV-2, rispettino le indicazioni per fasce d’età, rendendo quanto più possibile l’approccio alla vaccinazione omogeneo sul territorio nazionale”. Una decisione che riguarda soprattutto AstraZeneca che sarà somministrato esclusivamente agli over 60. "Il Cts, in dialogo stretto con Aifa e le altre istituzioni sanitarie del paese, ha ritenuto opportuno rivalutare le indicazioni all'uso del vaccino AstraZeneca perché essendo mutato lo scenario il rapporto tra benefici e potenziali rischi legati a trombosi rare cambia in funzione dell'età ma anche del mutato scenario", ha spiegato il coordinatore del Cts, Franco Locatelli. Sul siero Johnson&Johnson restano invece ancora dubbi, visto il basso numero di dosi a disposizione e quindi di dati riguardanti le reazioni avverse dell’altro composto basato su un adenovirus.

Come cambiano gli open day

Gli open day quindi continueranno a farsi, ma con le nuove regole del Cts. Tuttavia sono diverse le Regioni che, sulla base della particolare situazione, hanno deciso di fare un passo indietro e annullare o modificare gli open day programmati per i prossimi giorni: è il caso della Campania che, per voce del governatore De Luca, ha deciso di bloccare gli open day con AstraZeneca. Così pure la Valle d'Aosta che ha deciso di sospendere la somministrazione dei due vaccini a vettore virale under 60 per gli Open day previsti il 12 e il 13 giugno. Anche la Sicilia ha sospeso il vaccino anglo-svedese in via cautelativa sotto i 60 anni. In Lazio "sospese le prenotazioni e gli appuntamenti dei cittadini della fascia 18-30 anni che avevano prenotato la prima dose con AstraZeneca durante l'open week. Verranno riprogrammati con altri vaccini", ha chiarito l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. In Emilia-Romagna AstraZeneca e Johnson & Johnson continueranno a essere impiegati solo per gli over 60 che non sono ancora stati vaccinati. In tal senso, nell'open day previsto il 12 giugno a Guastalla, si passerà da J&J a Pfizer. Stessa cosa per gli open day del 3-4 luglio di Reggio Emilia.

224 CONDIVISIONI
Pfizer chiederà autorizzazione per terza dose vaccino anti-Covid: "Dopo sei mesi protezione cala"
Pfizer chiederà autorizzazione per terza dose vaccino anti-Covid: "Dopo sei mesi protezione cala"
7.507 di Videonews
Nuove regole per il green pass: chi non possiede il certificato rischia multa di 400 euro
Nuove regole per il green pass: chi non possiede il certificato rischia multa di 400 euro
Vaccino anti-Covid, Pfizer chiederà autorizzazione per terza dose: "Dopo sei mesi protezione cala"
Vaccino anti-Covid, Pfizer chiederà autorizzazione per terza dose: "Dopo sei mesi protezione cala"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni