7.553 CONDIVISIONI
Conflitto in Ucraina
22 Marzo 2022
20:58

Giulia Schiff arruolata volontaria in Ucraina: l’ex pilota espulsa dall’Aeronautica torna a volare

Giulia Schiff, l’ex pilota espulsa dall’Aeronautica militare, si è arruolata come volontaria in Ucraina: è l’unica donna nelle Forze Speciali della Legione Internazionale.
A cura di Annalisa Cangemi
7.553 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Conflitto in Ucraina

Era stata cacciata dall'Aeronautica militare, dopo essere stata vittima di mobbing e nonnismo al corso per allievi piloti durante un rito di iniziazione, e ora ha deciso di arruolarsi come volontaria. Giulia Schiff oggi è l'unica donna nelle Forze Speciali della Legione Internazionale in Ucraina. La giovane 23enne di Mira (Venezia) dall'inizio della guerra è a Kiev come volontaria.

Ora Le Iene stanno realizzando con l'ex pilota veneziana un reportage per raccontare la sua missione. La prima parte andrà in onda domani sera, mercoledì 23 marzo, in prima serata su Italia 1.

L'allieva dell'Accademia di Pozzuoli ha raccontato più volte le percosse ricevute durante il suo ‘battesimo del volo', e c'è anche video che testimonia i fatti. In autunno il Consiglio di Stato ha respinto il suo ricorso contro l'espulsione dall'Aeronautica, arrivata nel 2018 per "inattitudine militare e professionale". In quell'occasione Palazzo Spada ha giudicato infondato il ricorso, confermando il provvedimento emesso dal Tar del Lazio, e condannandola anche al pagamento delle spese processuali. Giulia ha denunciato le violenze subite all'accademia, e per questo si è aperto a novembre 2021 il processo, che vede coinvolti otto sergenti del 70esimo Stormo dell’Accademia di Latina, accusati del reato continuato di lesione personale, pluriaggravato e in concorso. La prossima udienza si terrà il 2 maggio (si sarebbe dovuta tenere il 21 marzo, ma è stata rinviata). Al suo fianco sono schierati Doppia Difesa, il Partito Radicale e il Partito per la tutela dei diritti dei militari, che si sono costituiti parte civile.

Giulia non si è mai arresa e non ha mai avuto intenzione di mollare. Per questo ha deciso di partire per unirsi alla missione dei soldati giunti da tutto il mondo per combattere nel conflitto in corso. "Sono già attiva nell’ambito della sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e mi sto già muovendo per impegnarmi maggiormente a portare consapevolezza su ogni tipo di violenza in tutte le sue sfaccettature", aveva raccontato a Fanpage.it. Ora si trova in Ucraina, per rincorrere il suo sogno e tornare a volare, difendendo il popolo invaso dai russi.

7.553 CONDIVISIONI
3147 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni