625 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Furgone investe un cinghiale, auto si schianta contro il mezzo per evitare la carcassa: morta 45enne

Una donna di 45 anni, Silvia Bastelli, ha perso la vita in un grave incidente avvenuto nella notte tra sabato 3 e domenica 4 febbraio sulla Statale 589, in provincia di Taranto. La 45enne, nel tentativo di evitare la carcassa di un cinghiale investito poco prima da un furgone, si è schiantata con la sua auto contro il mezzo fermo sulla strada.
A cura di Eleonora Panseri
625 CONDIVISIONI
A destra, Silvia Bastelli, 45 anni (Foto Facebook - Cia Castellaneta)
A destra, Silvia Bastelli, 45 anni (Foto Facebook – Cia Castellaneta)

Una donna di 45 anni, Silvia Bastelli, ha perso la vita in un grave incidente avvenuto nella notte tra sabato 3 e domenica 4 febbraio sulla Statale 589, tra Ginosa e Ginosa Marina, in provincia di Taranto, causato dalla presenza di un cinghiale sulla carreggiata.

Secondo quanto è stato ricostruito dai quotidiani locali, l'animale sarebbe stato travolto e ucciso da un primo mezzo, un furgone Ford Transit. Dopo l'impatto con il cinghiale l'uomo alla guida ha deciso di fermarsi sul ciglio della strada. A quel punto sarebbe sopraggiunta la 45enne che, nel tentativo di evitare la carcassa in mezzo alla careggiata, sarebbe finita con la sua auto, una Hyundai Tucson, contro il furgone.

Foto Facebook - Cia Castellaneta
Foto Facebook – Cia Castellaneta

La donna è deceduta sul colpo, a nulla è servito l'intervento dei soccorritori del 118 giunti rapidamente sul posto, insieme ai vigili del fuoco di Castellaneta, che hanno estratto dal mezzo distrutto il corpo, e i carabinieri della compagnia di Castellaneta e della stazione di Ginosa. La strada è rimasta chiusa al traffico per diverse ore. I funerali di Silvia Bastelli saranno celebrati domani, lunedì 5 febbraio, alle ore 10 nella chiesa San Martino Vescovo, come si legge in un annuncio pubblicato anche sui social.

"Ciò che purtroppo temevamo e abbiamo sempre denunciato è accaduto ieri sera. Adesso ognuno deve prendersi le proprie responsabilità: combattiamo questa emergenza con strumenti adeguati perché sono in ballo vite umane", è stato il commento della Cia Agricoltori Italiani di Puglia che denuncia da tempo l'emergenza cinghiali nel territorio.

Nella stessa sera, poco lontano, sulla strada provinciale 13 tra Castellaneta e Castellaneta Marina, l'attraversamento di un altro cinghiale ha mandato fuori strada un veicolo, fortunatamente senza gravi conseguenze per autista e passeggeri.

"Nei mesi scorsi abbiamo commentato altri sinistri simili e solo la fortuna ha voluto che gli stessi non assumessero i contorni della tragedia", ha detto Vito Rubino, il direttore dell’area Due Mari Taranto-Brindisi, territorio interessato dall’emergenza cinghiali. "Ieri – ha aggiunto Rubino – nel territorio di Ginosa purtroppo è accaduto il peggio e le responsabilità di un’inerzia ingiustificabile, nonostante la straordinarietà dell’emergenza, andrà senza dubbio chiarita nelle sedi competenti".

625 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views