Guidare un'automobile senza avere la patente è certamente una grave colpa, ma riuscire a farlo per mezzo secolo senza subire mai un controllo ha dell'incredibile. Eppure è quello che è accaduto a una donna di 77 anni di Pravisdomini, in provincia di Pordenone, che per cinquant'anni ha guidato indisturbata senza patente e senza mai commettere un'infrazione, ma qualche giorno fa è stata protagonista di un piccolo tamponamento. A quel punto le verifiche della polizia municipale hanno permesso di scoprire la sua carenza. La sanzione è stata pesante: 5000 euro più il sequestro del veicolo.

La fine di una lunga carriera da "automobilista illegale" è andato in scena a Vittorio Veneto, in provincia di Treviso. La 77enne era al volante di una station wagon, ferma in coda: all'improvviso, un veicolo che la seguiva l'ha tamponata e la sua vettura è finita contro il mezzo che la precedeva.  Quel colpetto, che ha arrecato poche centinaia di euro di danni, si è rivelato fondamentale per far scoprire il suo segreto.  Gli agenti della Polizia locale sul luogo per i rilievi hanno chiesto all'anziana di poter controllare la sua patente, ma la donna ha detto di averla dimenticata a casa. Sono bastati pochi click e una breve indagine sul server nazionale per scoprire che quel documento non l'aveva mai conseguito. Le conseguenze saranno pesanti: multa da oltre 5mila euro e sequestro immediato del veicolo.

A chi le ha chiesto spiegazioni, la settantasettenne ha fatto sapere che si tratta di un grande equivoco, che chiarirà di fronte alla Polizia locale di Udine, cui esibirà il documento originario, di cui assicura di essere in possesso dalla fine degli anni Sessanta.