Per l'omicidio di Rossella Placani, 50enne trovata morta ieri mattina a Bondeno, in provincia di Ferrara, è stato fermato nella notte il compagno della donna, Doriano Saveri. Bolognese di 45 anni, l'uomo era un muratore, separato, viveva con la vittima, operaia in un'azienda del biomedicale.  L'indagato sarebbe stato sentito dal pm, dando unna versione dei fatti "contraddittoria e lacunosa", cui si contrappongono gravi indizi a suo carico. Attualmente si trova in carcere.

Rossella Placati è stata uccisa nella notte tra domenica 21 febbraio e ieri nella sua casa di via Borgo San Giovanni, a pochi chilometri da Finale Emilia. Lo stesso Doriano Saveri ha dato l’allarme dopo averla rinvenuta esanime attorno alle 8 di ieri mattina. Al momento l’unica certezza è che la 50enne sia stata colpita alla testa più volte con un oggetto e la violenza è stata tale da fracassarle il cranio e farla morire molto probabilmente sul colpo. L'indagine si è indirizzata subito verso l'ambito familiare.

Saveri dal pomeriggio di ieri è stato interrogato per ore dagli inquirenti, continuando a sostenere di aver trovato la compagna ormai priva di vita nel bagno di casa, dove convivevano da circa un anno, e di essere corso ad avvisare i carabinieri. Il 118 ha potuto solo constatarne il decesso. Sarà ora l’autopsia a stabilire se la 50enne è deceduta sul colpo oppure se ha perso conoscenza ed è morta qualche ora dopo, così da capire anche se si sarebbe potuta salvare se i soccorsi fossero stati chiamati in tempo.

Rossella lascia i due figli Vanni e Nicolò, di 32 e 27 anni, avuti dall’ex marito, Giuseppe, titolare di un’impresa edile paese, col quale si era separata e rimasta pare in buoni rapporti. Poi, due anni fa, l’inizio della storia d’amore con Doriano Saveri,  Come racconta chi li conosceva al Resto del Carlino tra i due c'erano "litigi continui, di una situazione non più idilliaca".