120 CONDIVISIONI
26 Settembre 2021
09:17

Fermo, cade dalla scala nel cantiere della ricostruzione post terremoto: muore operaio di 56 anni

Luigi Fares, un operaio edile di 56 anni originario di Monsampolo del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, è morto nel pomeriggio di venerdì mentre stava lavorando alla ristrutturazione di una casa di Montefortino, comune dei Monto Sibillini duramente colpito dagli eventi sismici del 2016. L’uomo è caduto da una scala. Inutili i soccorsi.
A cura di Davide Falcioni
120 CONDIVISIONI

Luigi Fares, un operaio edile di 56 anni originario di Monsampolo del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, è morto nel pomeriggio di venerdì mentre stava lavorando alla ristrutturazione di una casa di Montefortino, comune dei Monto Sibillini duramente colpito dagli eventi sismici del 2016: il 56enne stava svolgendo degli interventi su una scala a circa tre metri di altezza quando, per cause ancora in corso di accertamento, ha perso l'equilibrio ed è caduto sbattendo violentemente la testa al suolo. La tragedia si è consumata intorno alle 16,  poco prima della fine del turno.

L'incidente ha subito richiamato l’attenzione dei colleghi di Fares, che hanno lanciato l’allarme: sul posto sono accorsi rapidamente i sanitari del 118 della Potes di Amandola, i volontari della Croce Rossa di Comunanza, i carabinieri della Stazione di Amandola e i colleghi del nucleo radiomobile di Montegiorgio, oltre ai tecnici dello Spsal (Servizio prevenzione e sicurezza ambiti di lavoro) dell’Area Vasta 4 di Fermo. I medici, vista la gravità della situazione, hanno allertato l’eliambulanza che è giunta sul posto in pochi minuti: l'operaio tuttavia è morto prima ancora di essere caricato a bordo e trasportato all'ospedale Torrette di Ancona.

Fillea Cgil, Feneal-Uil e Filca-Cisl hanno commentato: "Esprimiamo cordoglio sincero verso la famiglia del lavoratore che ha perso la vita. Non ci abitueremo mai ad accostare un infortunio mortale al lavoro, che è strumento di autonomia, emancipazione, costruzione di una vita piena all’interno della comunità. Non è possibile per noi dover alzare l’attenzione sulla sicurezza solo in occasioni del genere. Si tratta di un tema che dovrebbe essere prioritario per tutti: committenze pubbliche e private, istituzioni, imprese e lavoratori, soprattutto in un settore come quello dell’edilizia in cui il rischio è sempre così alto. Il settore edilizio sta vivendo un forte slancio, con lo stesso slancio si deve affrontare seriamente il tema della sicurezza e della prevenzione deve essere prioritario per tutti gli attori coinvolti -spiegano-. Da anni chiediamo la patente a punti per la qualificazione delle imprese, l’applicazione corretta della contrattazione nazionale e territoriale ed una sempre maggiore collaborazione con gli enti bilaterali di settore a cui viene riconosciuto anche dagli operatori di vigilanza l’importante impegno sul fronte formazione e sorveglianza tecnica in cantiere".

120 CONDIVISIONI
Rifiuta il vaccino e il ricovero: Giuseppe muore di Covid a 56 anni
Rifiuta il vaccino e il ricovero: Giuseppe muore di Covid a 56 anni
Parma, operaio di 20 anni muore schiacciato in un'azienda alimentare
Parma, operaio di 20 anni muore schiacciato in un'azienda alimentare
Omicidio nel Foggiano, datore di lavoro uccide operaio nel cantiere edile
Omicidio nel Foggiano, datore di lavoro uccide operaio nel cantiere edile
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni