Un incidente per fortuna senza gravi conseguenze quello nel porto di Savona dove la nave Costa Smeralda si sarebbe appoggiata alla banchina, danneggiando alcune strutture fisse sul posto. Secondo i primi accertamenti, l'errore di manovra sarebbe avvenuto mentre la nave stava entrando nel porto.

Data l'assenza di vento, all'origine dell'impatto potrebbe esserci stato un problema tecnico ancora in fase di accertamento da parte della compagnia e delle autorità competenti. Sul posto sono accorsi infatti gli uomini della Capitaneria di Porto, l'Autorità Portuale e le forze dell'ordine.

Costa Crociere avrebbe confermato l'incidente avvenuto nel porto di Savona, ma non vi sarebbero stati danni allo scafo secondo quanto riferisce in una nota. Il contatto avrebbe però causato la caduta e il conseguente danneggiamento di una scialuppa in mare a causa del cedimento di un verricello.

“Sul posto, al fine di accertare le cause dell’accaduto, oltre al personale di Costa Crociere sono presenti anche le Autorità competenti. – ha continuato la compagnia nella nota rilasciata -. La compagnia si è da subito messa a disposizione delle autorità locali offrendo la massima collaborazione e si è attivata per condurre le investigazioni del caso al fine di comprendere le dinamiche dell’accaduto.

La compagnia desidera sottolineare che non si sono registrati feriti fra il personale di terra e di bordo. Costa Smeralda rimarrà nel porto di Savona come da programma. Nonostante l’accaduto non pregiudichi la possibilità per la nave di operare regolarmente nel rispetto dei normali parametri di sicurezza, la sosta in porto permetterà altresì di effettuare le riparazioni del caso nel più breve tempo possibile. Costa Crociere desidera manifestare il proprio rincrescimento a tutti gli interessati” concludono.