Avrebbero potuto risolvere i loro problemi civilmente, a casa oppure in aeroporto, invece due sorelle pugliesi hanno pensato bene di prendersi letteralmente a sberle a bordo di un volo Rynair che ieri sarebbe dovuto decollare da Brindisi per dirigersi a Orio al Serio. Il velivolo sarebbe dovuto partire alle 12 e 45 ma a causa della lite tra le due donne si è alzato in cielo alle 14, arrecando un danno alle decine di passeggeri che attendevano di decollare e non di rado avevano appuntamenti di lavoro. E' accaduto ieri e a darne notizia è stato il Quotidiano di Puglia.

Il comandante del volo FR8496 è stato spinto a ritardare di un'ora la partenza e ad informare le forze dell'ordine per sedare la rissa tra le due donne, che ad attenderle nello scalo bergamasco hanno trovato degli agenti di polizia: "Eravamo in attesa del decollo quando abbiamo sentito due ragazze dapprima litigare e poi passare alle mani – hanno raccontato alcuni testimoni -. Qualcuno di noi, al limite della pazienza per quello che stava accadendo, ha anche urlato ‘fuori', ma solo per permettere che quel viaggio potesse finalmente iniziare. A bordo c'erano anche diversi bambini". Le due litigiose sorelle erano sedute nella parte anteriore dell'aereo, quando hanno iniziato a discutere per motivi banali: la ragione della lite non è chiara, ma di fronte a quella tensione a bordo il comandante ha deciso di ritardare il decollo, suscitando le ire degli altri passeggeri. "Il tempo passava e l'aereo continuava a non lasciare la pista, accumulando così un sensibile ritardo. A bordo, poi, non è mancato un via vai di gente nel corridoio centrale. Insomma, sembrava che quella storia non finisse mai. Poi il decollo, un'ora dopo quanto previsto", ha raccontato un passeggero.