Immagine di repertorio.
in foto: Immagine di repertorio.

Dramma per una famiglia originaria di Vicenza in vacanza a Porto Cesareo, in Puglia. Una donna di 44 anni, M.N., è annegata dopo essersi tuffata in mare davanti agli occhi increduli del marito e dei figli. La tragedia si è verificata oggi, lunedì 29 giugno, poco prima delle 14. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, la vittima ha indossato maschera, boccaglio e pinne per fare snorkeling e godersi i fondali cristallini del tratto di spiaggia di Punta Grossa 1, poco distante dal lido La Spiaggetta. Ma dopo una ventina di minuti i suoi familiari si sono resi conto che c'era qualcosa che non andava non vedendola tornare a riva. Poi il marito si è accorto che il corpo della moglie era immobile sulla superficie dell'acqua e l'ha raggiunta, accorgendosi che aveva perso conoscenza.

L'ha trascinata a riva dove intanto le sue urla hanno fatto scattare l'allarme. E' arrivata un'ambulanza del 118 della postazione di Veglie, i sanitari hanno provato per diversi minuti a rianimarla nel tentativo di farle riprendere il battito cardiaco ma non c'è stato nulla da fare e non hanno infine potuto far altro che dichiararne il decesso. La donna sarebbe rimasta vittima di un malore o forse di un annegamento le cui cause restano al momento ignote. Sono intervenuti i carabinieri che hanno informato il pubblico ministero di turno Francesca Miglietta, mentre la salma sarà trasportata presso la camera mortuaria dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce.