Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Drammatico incidente a Marina di Carrara: una donna di 74 anni è morta schiacciata da un ascensore di una abitazione privata mentre, per cause ancora da accertare, si trovava all'interno dell'androne. Secondo le prime informazioni, la signora si trovava nel vano dell'ascensore, ma i carabinieri non hanno ancora ricostruito le motivazioni che l'hanno portata pericolosamente in quel luogo. Probabilmente, fanno sapere gli investigatori, l'ascensore si sarebbe messo in funzione all'improvviso schiacciandola. Il corpo della 74enne è stato ritrovato sotto l'ascensore privato dell'abitazione, sbloccato a seguito dell'intervento dei vigili del fuoco. Secondo la ricostruzione dei carabinieri di Carrara, che hanno ascoltato l'unico testimone dell'incidente mortale ovvero il marito 80enne della donna, la signora sarebbe scesa nel seminterrato per recuperare un oggetto caduto nel vano dell'ascensore. Quindi avrebbe aperto la porta fatta a grate e sarebbe entrata direttamente nel vano. Dopo pochi minuti che la moglie era scesa nel seminterrato, il marito l'ha sentita chiedere aiuto perché la grata si era chiusa dall'esterno e non riusciva più a uscire.

La dinamica dell'incidente mortale – L'anziano avrebbe tentato di forzare la maniglia più volte e a quel punto, sempre secondo la testimonianza fornita agli investigatori, si sarebbe messo in moto il meccanismo dell'ascensore che ha fatto scendere fino a terra la cabina. È stato lo stesso marito della vittima a chiamare i soccorsi ma, nonostante l'intervenuto di una automedica e di una ambulanza della Pubblica assistenza di Carrara, per la anziana non c'è stato nulla da fare. Il corpo della signora è stato trovato dai vigili del fuoco schiacciato dall'ascensore. L'area è stata messa sotto sequestro: gli inquirenti dovranno capire perché la porta si sia bloccata dall'esterno e quale meccanismo abbia azionato l'ascensore, che ha fatto scendere la cabina fino al seminterrato, schiacciando la donna.