134 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Dopo ‘Fleximan’ arriva ‘Dossoman’: dissuasore danneggiato con tanto di firma. Il sindaco: “Imbecilleman”

Succede a Calderara di Reno, in provincia di Bologna. Il sindaco Giampiero Falzone: “Nessun eroe, è un vandalo che compie reati seri”. Nelle stesse ore tale Dossoman ha colpito anche a Gualtieri in provincia di Reggio Emilia e nel Riminese.
A cura di Biagio Chiariello
134 CONDIVISIONI
Immagine

Non solo gli autovelox, ora anche ai dossi. E così come è stato per Fleximan, anche questo "pseudo-eroe" della libertà dalle regole della strada si è presentato con un nome: "Dossoman" e combatte contro i dissuasori di velocità. Succede a Calderara di Reno, in provincia di Bologna, dove sono stati letteralmente divelte parti dei dossi artificiali con tanto di rivendicazione con vernice spray verde.

È stato direttamente il sindaco del comune emiliano, Giampiero Falzone, a denunciare l'accaduto, con tanto di foto, sul suo profilo Facebook: “Si osanna Fleximan come fosse un eroe. Aumentano i casi di emulazione in Italia, anche per i dossi, e si osannano questi individui come se avessero fatto l’impresa dell’anno” è lo sfogo del primo cittadino di Calderara.

Nelle stesse ore tale Dossoman ha colpito anche a Gualtieri in provincia di Reggio Emilia e nel Riminese.

Non si tratta di eroi – continua Falzone – ma di vandali che compiono reati, seri, di danneggiamento. Scusate il tono, ma quando ci vuole ci vuole. L’imbecille di turno di Dossoman – o Imbecilleman, per essere giusti – lo abbiamo anche a Calderara, visto quanto fatto in via Rizzola Levante. Spero non abbia figli, perché non voglio immaginare che esempio educativo possa essere.

Il sindaco sottolinea peraltro come quei dossi fossero stati installati seguendo le esigenze della comunità “su richiesta dei cittadini delle vie interessate e dopo assemblee pubbliche”. Ed evidenzia come i dissuasori possono dare fastidio a chi va veloce, “ma se ci si ferma, si attraversa il dosso a velocità bassa, non danno alcun fastidio, d’altra parte non a caso si chiamano dissuasori di velocità. Si potevano evitare? Certo, se ci fosse stata la corretta velocità”.

E conclude “All’emulatore Dossoman dico che sono stati avvisati i Carabinieri e che da parte nostra ripristineremo tutto. Robin Hood rubava ai ricchi per dare ai poveri, Fleximan – e adesso Dossoman – rubano vite”. Motto tutt'altro che eroico…

134 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views