Dalle 9 e 37 di oggi, venerdì 28 giugno, Genova è cambiata. Quello che restava del Ponte Morandi, parzialmente crollato il 14 agosto dell'anno scorso provocando la morte di 43 persone, è stato demolito utilizzando cariche di dinamite e provocando un'esplosione controllata. Da oggi, quindi, il capoluogo ligure ha cambiato nuovamente volto: sono molte le informazioni "pratiche" da conoscere sia per i residenti della zona che per i molti turisti che affollano la città e che potrebbero subire disagi anche significativi. Chi ne avesse bisogno potrà usufruire di tre infopoint (in via Fillak, in via Pellegrini e in via Gaz, dalle 8 alle 19), del "numero verde" 800177797 e dell'indirizzo di posta elettronica evacuazionemorandi@comune.genova.it per chiedere e ottenere informazioni e aggiornamenti sulla situazione.

Ponte Morandi, dove vengono evacuati i residenti

I residenti sono stati fatti evacuare con largo anticipo, anche se fino alla fine è stato necessario controllare ogni singolo appartamento e si è scoperto che un pensionato non volava saperne di andarsene. Una volta liberata l'area, si è potuto procedere all'esplosione mentre le persone sono state accompagnate in autobus in otto centri di accoglienza messi a disposizione da parte del comune dove sarà possibile anche pranzare e cenare. Naturalmente una volta cessata l'emergenza, prevedibilmente in serata, i residenti dell'area immediatamente adiacente al viadotto potranno fare rientro a casa, non prima dell'ok che riceveranno via sms dal Comune: nel caso in cui non si potesse rientrare nelle case, le famiglie con bimbi sotto i 3 anni potranno andare in albergo; per gli altri ci saranno delle brandine.

Crollo Ponte Morandi: il traffico automobilistico

Quanto al traffico automobilistico, a seguito della demolizione del Ponte Morandi la situazione sarà difficile per almeno tutto il weekend: già nella notte fra martedì e mercoledì sono iniziati alcuni lavori necessari proprio per la demolizione del viadotto, con la chiusura sull’autostrada A7, fra l'1 e le 3 di notte, del tratto fra l'allacciamento con la A12 e il casello di Genova Ovest verso il capoluogo ligure. Per quanto concerne oggi dalle 6 alle 22, e comunque sino a cessate esigenze, divieto di transito veicolare e pedonale nelle seguenti strade: via 30 Giugno 1960; via Nicola Lorenzi; via Greto di Cornigliano; via Giorgio Perlasca, tratto compreso tra ponte Romero e via Questa, via Argine Polcevera, tratto compreso tra ponte Romero e via Questa; via Campi: passerella pedonale sul Torrente Polcevera altezza via Campi (il cosiddetto "ponte delle Ratelle"); via Walter Fillak, tratto compreso tra via Salinero e via Canepari; via Vincenzo Capello; via Enrico Porro; via Giuseppe Frassinello; via Egisto Bezzi via Sebastiano Biagini; via Pietro Borsieri, tratto compreso tra via Camozzi e via Campi; via Adamello, tratto compreso tra via Camozzi e vía Frassinello; via Certosa, tratto compreso tra via Camozzi e via Fillak; via Garello, tratto compreso tra via Gaz e via Certosa; via del Campasso, tratto compreso tra via Pellegrini e via della Pietra; via Antonio Pellegrini: via Silvio Spaventa: salita Vittorio Bersezio; via della Pietra; via Adelaide Ristori: via Robert Baden Powell; salita al Forte della Crocetta.

Demolizione Ponte Morandi: traffico ferroviario a Genova

Per tutta la giornata di oggi nessuna modifica è prevista per i treni Regionali e quelli a lunga percorrenza fra Genova, Milano, Torino, La Spezia e Ventimiglia. Modifiche, invece, per due linee  in particolare. Lungo la linea Genova-Ovada-Acqui Terme, le stazioni di Borzoli, Costa di Sestri Ponente, Granara, Acquasanta e Mele potranno essere raggiunte solo con mezzi Amt o Atp; nelle altre località il servizio è garantito da bus sostitutivi tra Pra' e Ovada, mentre tra Ovada e Acqui Terme è attivo il servizio ferroviario. Sulla linea Genova-Busalla-Arquata Scrivia-Novi Ligure, i convogli fra Genova e Busalla circoleranno tra le stazioni di Rivarolo e Busalla, i treni fra Genova, Arquata e Novi Ligure non fermeranno a Rivarolo e Sampierdarena (raggiungibile con i treni della linea Genova-Savona).