603 CONDIVISIONI
Covid 19
7 Settembre 2021
16:35

Decide di non vaccinarsi, contrae il Covid e muore a 65 anni. L’appello del figlio: “Vaccinatevi”

Virginio Parpinello, per tutti Ilves, si è spento all’ospedale di Treviso. Circa un mese fa era risultato positivo al Covid-19. Il figlio Davide ha lanciato un appello a vaccinarsi, suo padre non aveva voluto fare il vaccino anti-Covid: “Vorrei che quanto capitato alla nostra famiglia possa diventare un messaggio per chi è ancora dubbioso. Il Covid non guarda in faccia nessuno, vaccinatevi”.
A cura di Susanna Picone
603 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Circa un mese dopo aver contratto il Covid-19 Virginio Parpinello, 65enne di Vittorio Veneto da tutti conosciuto come Ilves, si è spento. È morto nel reparto di terapia intensiva del Ca’ Foncello di Treviso. A quanto emerso, l’uomo non aveva particolari patologie prima del contagio, ma in poco tempo è finito in ospedale, prima in pneumologia a Treviso e poi in terapia intensiva. A dar notizia del suo decesso, anche sui social, è stato il figlio Davide che tramite i giornali ha lanciato anche un appello a vaccinarsi contro il Coronavirus. Suo padre aveva deciso di non fare il vaccino. Non si fidava.

"Non era un no vax, si era sempre vaccinato e noi siamo stati vaccinati da bambini – le parole del figlio riportate dal Corriere del Veneto -. Ma da quando era scoppiata l’epidemia si era convinto che ci fosse qualcosa dietro”. Il 65enne, secondo il figlio, vedeva il vaccino anti-Covid come un’imposizione, parlava di una “epidemia pianificata”. “Ho provato tante volte a spiegargli quale fosse il reale rischio di questo virus ma non mi ascoltava, anzi si era arrabbiato quando mi sono vaccinato”, spiega il figlio. Il padre aveva anche convinto la moglie a non vaccinarsi e anche lei ha contratto il Covid. “Quando ha visto i danni che può provocare ha capito che il vaccino è la nostra unica protezione. Si è pentita, quando ne avrà la possibilità correrà a vaccinarsi e ora dice a tutti che devono farlo”, ha detto ancora.

Da qui l’appello della famiglia della vittima del Covid: “Per noi è un momento difficile e doloroso, ma vorrei che quanto capitato alla nostra famiglia possa diventare un messaggio per chi è ancora dubbioso. Il Covid non guarda in faccia nessuno, vaccinatevi”. Le esequie di Ilves si svolgeranno giovedì 9 settembre alle ore 16.00 nella chiesa parrocchiale di Faè di Oderzo. “Grazie a quanti vorranno unirsi alla famiglia per un momento di preghiera”, ha scritto Davide su Facebook. Tanti i messaggi di cordoglio per il 65enne: a Vittorio Veneto Ilves era molto conosciuto per il suo lavoro da elettricista e anche perché da anni era impegnato nel movimento per l’indipendenza veneta.

603 CONDIVISIONI
27602 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni