Antonio Tiseo, parrucchiere fiorentino di 66 anni, e l'amica Greta Calabrese, cinquantaduenne agente immobiliare di Pistoia, sono morti a causa di un incidente stradale mentre viaggiavano a bordo di un taxi diretto alla spiaggia di Varadero, a Cuba. I due erano in vacanza nel paese caraibico e stavano condividendo il viaggio insieme a un gruppo di turisti russi, anche loro deceduti nello schianto. Ancora da chiarire la dinamica dell'incidente: a quanto pare il tassista avrebbe perso il controllo del mezzo invadendo la corsia opposta e scontrandosi con un altro mezzo che stava sopraggiungendo. Nello schianto oltre ai clienti del taxi hanno perso la vita anche i guidatori dei due mezzi coinvolti.

L'incidente è avvenuto la mattina del 4 gennaio. Come ricostruisce La Nazione Tiseo era arrivato a Cuba il 31 dicembre insieme a Greta Calabrese: sabato mattina i due avevano deciso di separarsi per qualche ora dagli altri compagni di viaggio con i quali stavano condividendo la vacanza: avevano chiamato un taxi condividendo la corsa con due turisti russi. Poco dopo il mezzo si è scontrato con l'altra auto: per i quattro non c'è stato niente da fare e sono morti sul colpo, mentre i due guidatori sono deceduti poco dopo. Inutili i soccorsi, che sono arrivati tempestivamente sul luogo dell'incidente.

I primi a scoprire che sulla strada per Varadero era accaduto qualcosa di grave sono stati gli amici di Antonio e Greta che, a bordo di un altro taxi, hanno sentito una comunicazione alla radio a proposito di un gravissimo incidente appena avvenuto. Orario, tragitto e luogo potevano coincidere con il mezzo sul quale viaggiavano i due toscani. Un amico di Antonio ha quindi preso il telefono e ha iniziato a chiamare, non ottenendo nessuna risposta. Quello che era solo un brutto presentimento si è quindi rivelato una verità: Antonio e Greta erano morti in quel taxi diretto alla spiaggia di Varadero.