27 Settembre 2017
16:54

Così i vigili del fuoco salvano la vita agli animali in pericolo

“Il rapporto tra i vigili del fuoco e gli animali è un rapporto consolidato nel tempo” spiega il caposquadra di Firenze. Anche quest’anno i pompieri hanno salvato cani, gatti e persino un delfino.

Cani, gatti o altri animali dormite sonno tranquilli perché vigili del fuoco sono sempre impegnati a salvare le vostre vite nelle situazioni più difficili. Interventi che testimoniano un grande coraggio degli operatori e che sottolineano l'impegno costante, anche quando non si tratta di vite umane. Molti padroni ancora ringraziano. Il perché ce lo spiega il caposquadra dei vigili del fuoco di Firenze Maurizio Malecì: "Il rapporto tra i vigili del fuoco e gli animali è un rapporto consolidato nel tempo, ormai indissolubile. Quando un animale è in pericolo l’attenzione è esattamente uguale a quella di quando c’è da prestare soccorso per una vita umana. Il vigile del fuoco come non fa differenza tra gli uomini, per colore della pelle o estrazione sociale, allo stesso modo si comporta con gli animali".

Maleci, poi, si sofferma su alcuni degli episodi più curiosi a cui ha dovuto assistere in questi anni di servizio in Toscana. "Abbiamo prestato soccorso a una scimmia, o meglio l’abbiamo rincorsa mentre si aggirava sui tetti. Il nostro intervento era stato richiesto perché l’animale dicevano fosse in pericolo, in realtà era fuggita dal suo ricovero. Alla fine i colleghi sono riusciti a catturarla e consegnarla al legittimo proprietario". Il caposquadra prosegue. "Tante sono le richieste per salvare volatili che rimangono spesso bloccati sulle linee aree del telefono o elettriche laddove rimaste in vista". Il tutto non sarebbe possibile senza la collaborazione dello stesso animale che percepisce chi lo può salvare e diventa docile e riconoscente.

Zelensky: "Abbiamo raggiunto un cessate il fuoco per 3 giorni per il corridoio umanitario"
Zelensky: "Abbiamo raggiunto un cessate il fuoco per 3 giorni per il corridoio umanitario"
Fine vita, "Sono ridotto così, Stato italiano aiutami a morire"
Fine vita, "Sono ridotto così, Stato italiano aiutami a morire"
15.769 di askanews
Trovato senza vita Ahmed Joudier, il cadavere del 15enne ripescato nel fiume Brenta a Padova
Trovato senza vita Ahmed Joudier, il cadavere del 15enne ripescato nel fiume Brenta a Padova
205 di Videonews
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni