Covid 19
13 Marzo 2020
20:52

Trasporti, ridotti i treni a lunga percorrenza: il nuovo decreto del Ministero

Al via una riduzione dell’offerta per i treni a lunga percorrenza. La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato oggi un decreto per la riprogrammazione dell’offerta di trasporto ferroviario passeggeri. Le nuove misure contro la diffusione del coronavirus saranno valide fino al prossimo 25 marzo.
A cura di Annalisa Cangemi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato oggi un decreto per la riprogrammazione dell'offerta di trasporto ferroviario. La minore richiesta di spostamenti da parte dei passeggeri lungo la Penisola, in seguito al blocco imposto dal governo per far fronte all'emergenza coronavirus, ha determinato l'esigenza di ridurre anche l'offerta di mezzi di trasporto a disposizione.

Il dl limita l'offerta dei treni a lunga percorrenza e che assicura, per ogni direttrice, il collegamento con almeno una coppia di treni Trenitalia e NTV e garantisce tutti i servizi essenziali. Le disposizioni del nuovo decreto sono valide fino al prossimo 25 marzo e si applicano anche alle Regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e Bolzano.​ Ci potranno essere ulteriori riduzioni del servizio Intercity se la domanda di mobilità dovesse diminuire ancora rispetto al numero di treni al momento programmati.

"Misura resa necessaria – si legge in una nota del Mit – dall'esigenza di contrastare e contenere l'emergenza sanitaria da coronavirus e a tutela dei viaggiatori e dei dipendenti delle imprese ferroviarie. Il decreto assicura, per ogni direttrice, il collegamento con almeno una coppia di treni Trenitalia e Ntv e garantisce tutti i servizi essenziali. Trenitalia – continua la nota – potrà inoltre valutare ulteriori rimodulazioni del servizio Intercity se la domanda di mobilità dovesse ridursi ancora rispetto al numero di treni programmati. Nessuna limitazione è prevista per il servizio di trasporto merci e di carattere emergenziale. Le disposizioni del decreto sono in vigore fino al 25 marzo e si applicano anche alle Regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e Bolzano".

32436 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni