Sempre più casi di contagio in Italia sono legati a persone di ritorno da viaggi all'estero. Anche i 6 casi registrati ieri in provincia di Lecce riguardano dei salentini rientrati da vacanze fuori dai confini nazionali. Stando a quanto comunicato dal direttore dell'Asl, Rodolfo Rollo, si tratta di 5 persone che erano state in vacanza in Grecia e una a Malta, tutti paucisintomatici. "Sono terminate le attività di tracciamento da parte del Dipartimento di Prevenzione e sono stati già isolati tutti i contatti dei soggetti positivi", ha fatto sapere Rollo. Per quanto riguarda la provincia di Foggia – nella quale sono stati individuati 9 casi positivi – 2 sono riconducibili a focolai preesistenti e 3 sono nuovi casi, al momento non collegabili ai focolai già noti. Negli altri 4 casi si tratta di cittadini stranieri presenti nella provincia. "La situazione in provincia di Foggia è monitorata continuamente ed è sotto controllo da parte delle strutture aziendali – ha dichiarato il dg dell'Asl Vito Piazzolla – Il Servizio di Igiene intanto sta ricostruendo, per questi ultimi casi, la catena dei contatti per attivare le procedure di sorveglianza attiva, come da protocollo".

Positivi al Covid dopo la vacanza in Grecia: 7 toscani contagiati

Positivi al Covid dopo una vacanza in Grecia anche sette giovani toscani: “Lì nessuno indossava le mascherine e quando le abbiamo messe all’inizio gli altri ragazzi ci guardavano come se fossimo dei marziani. Così alla fine le abbiamo tolte”, hanno raccontato i ragazzi dopo essere rientrati a casa dalle vacanze trascorse a Corfù. Si tratta di un gruppo di 19enni che, loro malgrado, hanno dato vita a un nuovo focolaio ad Arezzo.

Grecia formalmente nel mezzo di una seconda ondata di Covid-19

"La Grecia è formalmente nel mezzo di una seconda ondata di Covid-19″. A riferirlo è il quotidiano britannico Guardian tramite Helena Smith, corrispondente ad Atene, che riporta le parole di Gkikas Magiorkinis, ricercatore di igiene ed epidemiologia presso l’università di Atene. “Possiamo dire che la Grecia è entrata formalmente nella seconda ondata di epidemia. Questo è il punto in cui potremmo vincere o perdere la battaglia”, il parere dell'esperto. La Grecia ieri ha registrato il record di contagi giornalieri dall’inizio della pandemia: in 24 ore sono stati individuati 203 casi. Secondo l'esperto, a meno che non ci sia un cambiamento nella tendenza attuale è probabile che vengano proposte misure sulla falsariga di quelle adottate per l’isola di Poros, che è stata sottoposta a rigide misure restrittive dopo l’aumento di casi di Covid-19. C'è il coprifuoco per tutti gli esercizi commerciali tra le 23 e le 7 e sono stati vietati i raduni pubblici con più di 9 persone. Sono stati sospesi anche mercati agricoli, feste di paese e altre attività. In tutti gli spazi pubblici, all’aperto o al chiuso, è obbligatorio l’uso delle mascherine.  Come sottolineato ancora dal quotidiano inglese, anche il ministro della Sanità greco Vasillis Kikilias ha accennato al fatto che potrebbero essere annunciate ulteriori misure di contenimento.