8 CONDIVISIONI
Covid 19

Bollettino Covid, nuovi casi in calo: in una settimana 41.620 contagi, ma aumentano i ricoveri. I dati

I numeri Covid in Italia secondo l’ultimo monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità relativo alla settimana 5-11 ottobre: in calo nuovi casi (ne sono stati 41.620), anche se sono in leggero aumento i ricoveri in area medica e terapia intensiva. 161 i morti. Vaia: “Il trend di questa settimana si conferma in decrescita, ma mai abbassare la guardia”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Ida Artiaco
8 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

È in calo il numero dei nuovi casi Covid nella settimana dal 5 all'11 ottobre 2023, anche se sono in aumento i ricoveri sia in area medica che in terapia intensiva. È quanto emerge dall'ultimo monitoraggio realizzato dall'Istituto superiore di Sanità sulla situazione epidemiologica nel nostro Paese e dal relativo bollettino che si riferisce agli ultimi sette giorni.

In totale, i nuovi casi registrati nel periodo considerato sono 41.620, in calo dell'8% rispetto alla settimana precedente, quando erano stati segnalati 44.139 contagi. La percentuale di reinfezioni è circa il 42%, sostanzialmente stabile rispetto ai 7 giorni precedenti. Altri 161 i morti, con una variazione di +17,5% rispetto alla settimana precedente, quando erano stati 137.

Immagine

"Il trend di questa settimana si conferma in decrescita, con dei parametri confortanti, nonostante i timori di molti legati alla riapertura delle scuole e alla ripresa della grande mobilità. Ovviamente, mai abbassare la guardia – è il commento del Direttore Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute, Francesco Vaia -. Continuiamo nel nostro lavoro senza dannosi e inutili allarmismi ma con serenità e determinazione, con uno sguardo sempre attento al monitoraggio del Covid-19, nella difesa dei più fragili, a partire dagli anziani".

Ancora in calo l'incidenza, sale l'indice Rt

Secondo quanto riporta il monitoraggio settimanale, l’incidenza scende da 75 a 71 casi per 100 mila abitanti. L’indice Rt di trasmissibilità sale invece a 1,08 rispetto allo 0,98 della precedente rilevazione ma rimane poco sotto la soglia epidemica.

La fascia di età che registra il più alto tasso di incidenza settimanale è quella degli over 90, mentre è stabile o in aumento in tutte le fasce d’età ad eccezione delle fasce 0-9 e 10-19 anni in cui è in lieve diminuzione. L’età mediana alla diagnosi è di 57 anni, sostanzialmente stabile rispetto alle settimane precedenti.

Aumentano i ricoveri

In leggero, aumento, invece, i dati che riguardano le ospedalizzazioni. Il tasso di occupazione in area medica è pari al 5,8% (per un totale di 3.589 ricoverati), basso anche se in lieve aumento rispetto alla settimana precedente (5%). Resta sostanzialmente stabile l’occupazione in terapia intensiva, pari a 1,3% (118 ricoverati) rispetto allo 1,1% di sette giorni fa.

I tassi di ospedalizzazione e mortalità aumentano con l’età, presentando i valori più elevati nella fascia d’età 90+ anni; anche il tasso di ricovero in terapia intensiva aumenta con l’età.

8 CONDIVISIONI
32798 contenuti su questa storia
Bollettino Covid, in Italia 1.103 nuovi casi e 39 morti nella settimana 22-28 febbraio 2024: i dati
Bollettino Covid, in Italia 1.103 nuovi casi e 39 morti nella settimana 22-28 febbraio 2024: i dati
Bollettino Covid, in Italia 1.607 nuovi casi e 52 morti nella settimana 15-21 febbraio 2024: i dati
Bollettino Covid, in Italia 1.607 nuovi casi e 52 morti nella settimana 15-21 febbraio 2024: i dati
Miocardite e trombosi: i rischi reali del vaccino Covid in uno studio su 99 milioni di vaccinati
Miocardite e trombosi: i rischi reali del vaccino Covid in uno studio su 99 milioni di vaccinati
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views