Omicidio ad Ascoli Piceno nella tarda serata di ieri. Un uomo di 56 anni è stato ucciso a coltellate in serata tra le vie del centro marchigiano. L'aggressore si è subito dileguato nel nulla, facendo perdere rapidamente le sue tracce nella notte. La vittima si chiamava Franco Lettieri, di Salerno, già noto alle forze di polizia e molto conosciuto in zona. L'uomo è stato trovato a terra sanguinante nella centralissima via dei Soderini; sarebbe stato raggiunto da diversi colpi di arma da taglio. Inutili i tentativi di soccorrerlo da parte del personale del 118. La lama dell'aggressore ha reciso l’arteria femorale dell'uomo.

A dare l'allarme sono stati i residenti del quartiere, allarmati dalle forti grida. Sul posto è giunta subito un'ambulanza ma per la vittima era già tardi. Presenti anche i carabinieri del Comando provinciale di Ascoli Piceno che avrebbero individuato il soggetto il cui nome sarebbe stato fatto da Lettieri ai primi soccorritori giunti sul posto. Si tratta di un romeno, anche lui da tempo residente in città con la famiglia, che è stato condotto nella notte presso la caserma dei militari dell'Arma.

Tutto da chiarire il contesto in cui è maturata l' aggressione, visto che non emergerebbero dissidi diretti fra i due, anche se sembra che la il 56enne abbia avuto in precedenza qualche problema con un congiunto dello straniero, un giovane peraltro finito in carcere per un traffico di droga ad Ascoli. La Procura di Ascoli Piceno dovrebbe ora aprire un fascicolo per omicidio volontario. Sul posto anche il procuratore capo Umberto Monti e il  medico legale per la ricognizione cadaverica.