Richiedere informazioni fiscali diventa più semplice e gratuito. Sono infatti attivi dal primo agosto 2018 i numeri verdi – gratuiti – per contattare l’Agenzia delle Entrate. A renderlo noto è la stessa Agenzia con una nota pubblicata sul suo sito nella quale vengono resi noti i nuovi numeri e le informazioni che i contribuenti potranno richiedere, senza alcun costo, telefonicamente. I numeri da contattare sono due: 800909696 e 800894141. Ciò che cambia, da agosto, è sia la numerazione sia i costi che diventano completamente a carico dell’Agenzia delle Entrate, così come previsto dalla legge sulla Concorrenza approvata a fine 2017 in Parlamento.

I nuovi numeri e cosa si può chiedere

Il primo numero gratuito è il 800909696. Chiamando questo numero i contribuenti potranno richiedere informazioni su questioni fiscali generali, sui rimborsi, sulle cartelle e sulle comunicazioni di irregolarità. Sarà inoltre possibile anche prenotare un appuntamento. Il secondo numero è il 800894141. Chiamando quest’altro contatto il contribuente potrà ricevere assistenza sugli avvisi di accertamento parziale notificati ai proprietari di immobili affittati per i quali sono state riscontrate incongruità rispetto a redditi dichiarati e per informazioni su lavorazioni gestite dal Centro operativo di Pescara.

Che fine fanno i vecchi numeri

I vecchi numeri utilizzati per contattare l’Agenzia delle Entrate, con tariffa urbana a tempo, non andranno subito in pensione ma resteranno attivi fino alla fine del 2018. L’obiettivo è quello di facilitare questo passaggio: per cui fino al 31 dicembre ci si potrà rivolgere sia ai nuovi numeri che ai vecchi, con però – in questo secondo caso – addebito dei costi della telefonata. L’Agenzia delle Entrate spiega che l’utente che sceglie di chiamare i vecchi numeri (848800444 e 848448833) ascolterà un messaggio vocale nel quale gli verrà spiegato che esiste una nuova numerazione contattabile senza alcun costo. L’utente ha due scelte: chiamare il numero verde o rimanere in linea. In questo ultimo caso accederà al servizio di assistenza con addebito del costo della telefonata. L’Agenzia delle Entrate ricorda inoltre che molte informazioni fiscali di cui il contribuente può avere bisogno rimangono disponibili sul sito dell’Agenzia.